Anatomia del Corpo Apparato scheletrico
Apparato scheletrico dei pesci ossei

Pesci

Apparato scheletrico
Aspetti generali

Lo scheletro, oltre a tenere insieme e a proteggere gli organi interni, ha la funzione di fornire i punti di inserzione ai muscoli striati e di contribuire a determinare la forma del corpo.
In base alla struttura dello scheletro, i pesci si differenziano in 3 grandi gruppi

1 - Agnati
Pesci primitivi senza mascelle, per lo più estinti. Gli unici sopravvissuti  sono i lampriformi

2 - Condroitti
Sono i pesci cartilaginei, senza ossa. La struttura dello scheletro è fatta di cartilagine (insieme di fibre e sostanze simili a proteine), che conferisce elasticità e durezza e che solo raramente si mineralizza. A questo gruppo appartengono le Chimere, le razze e gli squali. Nei condroitti il cranio si presenta come unico pezzo e la coda ha una struttura primitiva.

3 - Osteitti
Sono i pesci ossei, che sono caratterizzati da uno scheletro completamente mineralizzato (tranne gli Acipenseriformi, che hanno uno scheletro parzialmente ossificato). A questo gruppo appartengono la stragrande maggioranza dei pesci, nei quali il cranio è formato da numerosi ossi, le pinne sono sostenute da raggi ossei distaccati dalla parte basale, e le branchie sono contenute in un'unica camera branchiale protetta da un opercolo mobile.


Foto di
Balistes capriscus in asm.wku.edu

 

I maggiori componenti dello scheletro interno sono:

  1. la colonna vertebrale
    E' un insieme di vertebre collegate tra loro, che vanno dal cranio alla coda differenziandosi, a seconda della localizzazione, con la presenza di di appendici od archi più o meno evidenti. Ogni vertebra ha delle proiezioni superiori dette spine neurali; le vertebre poste dietro la cavità addominale hanno delle proiezioni inferiori  dette spine emali.
    Negli Agnati invece della colonna vertebrale è presente un notocorda.

  2. Il cranio
    E' formato da numerosi ossi collegati tra loro. Svolge la funzione di proteggere il cervello e gli organi di senso. Inoltre, fornisce i punti d'attacco per le mascelle inferiori, la colonna vertebrale e il cinto pelvico e dà sostegno all'opercolo e agli archi branchiali. Nella sua struttura viene distinto un neurocranio ed un branchiocranio.

  3. Le coste o spine
    Nei pesci cartilaginei sono delle piccole proiezioni delle vertebre. Nei pesci ossei queste proiezioni sono molto più evidenti e consistenti. Circondano la cavità addominale, contribuiscono a dare la forma al corpo e trasmettono le contrazioni muscolari durante il nuoto.

  4. I raggi delle pinne
    Pur essendo simili alle coste, non sono direttamente connesse con lo scheletro. Svolgono la funzione di ancorare le pinne dorsali e ventrali alla muscolatura attraverso i  pterigofori, che sono strutture di connessione con le spine emali e neurali delle vertebre.