Cola PesceColapisci: l'uomo che diventa pesce per necessità o per sceltaI ricordi di Colapesce: cento e più cuori


Nel silenzio

Ancora,  aspetterò nel blu
il tuo sorriso...

Giungerà con il libeccio d’ottobre
e, poi, ti guarderò negli occhi
per  morirvi sempre.

Nel buio del cuore aspetterò
la luce del tuo sorriso o la gioia di un canto.

Cento sospiri,
cento sguardi stanchi ti darò.
E il sogno  di cento lune calanti

Sospiri,
sguardi e sogni,
tutti
miei compagni.
Fermi nel tempo.

Ti guarderò domani negli occhi,
nel blu e nel mare che mi imprigionano,
e il fuoco mi brucerà le mani.

Occhi, blu, mare e fuoco,
tutti
miei compagni
nel muto tormento.

La mia voce nell’acqua
 resta grido smorzato,
perduto lontano e dentro.

Aspetterò, ancora.
Domani, il tuo prossimo sguardo...
nel silenzio.

Un infinito silenzio.
 

Sommario Ricordi di Cola

www.colapisci.it