I Pesci dei Mari d'Italia
 

Classe: Actinopterygii

Paraliparide

Ord. SCORPAENIFORMES

Fam. Liparidae

Gen. Eutelichthys

 

Eutelichthys leptochirus   Tortonese, 1959
La famiglia è composta da 23 generi e 195 specie  ed è più frequente negli oceani Artico e Antartico.

La forma  assomiglia a quello di un girino, con il capo grande e corpo snello, che va affusolandosi verso la coda. E' privo di squame e la pelle è gelatinosa e sottile. Sulla testa sono presenti dei pori sensoriali. La linea laterale non è evidente. Il muso è corto e ottuso. Gli occhi sono circolari e piccoli.
La bocca è molto piccola e con dentini minuti, conici e disposti in più serie.
Le pinne dorsali (46-74 raggi)  e anali (45-46 raggi)  confluiscono verso la coda, dove spesso si uniscono. Le pinne pettorali (16-17 raggi in tutto) nel lobo inferiore hanno 2-3 raggi poco sviluppati e non liberi, ma nettamente separati dal lobo superiore, in cui lo spazio interradiale è largo ed i raggi sono rudimentali (in altre specie alcuni raggi delle pettorali sono sviluppate ed idonee alla locomozione sul fondo). La caudale (6 raggi) è piccola e poco distinta perla confluenza delle pinne dorsale e anale. Le pinne ventrali in alcune famiglie dell'ordine sono trasformate in un disco adesivo circolare.

Il colore del corpo è brunastro lungo i fianchi e dorsalmente; la parte ventrale e l'interno della bocca sono bluastri. E' una specie bentonica che vive tra i 550 e i 700 m di profondità. Le specie artiche resistono molto bene al freddo, mentre altre famiglie si adattano anche alle acque calde.  Non si sa molto del ciclo riproduttivo e si suppone, come per gli altri membri dell'ordine che depongano un modesto numero di uova.  Si alimenta di piccoli invertebrati bentonici. La lunghezza massima conosciuta è di 51 mm.
Segnalato per il Golfo di Genova

Relini Orsi, L.; Relini, C. 1970. Ritrovamento di Paraliparis leptochirus nel Golfo di Genova. BoL Mus Ist. Univ. Genova, 38 (262): 65-72, 5 fig.

Scorpaeniformes
Scorpaeniformes