I Pesci dei Mari d'Italia
 

Classe: Actinopterygii

CAPPONE SPINOSO
Capone liscio

Ord. SCORPAENIFORMES

Fam. Triglidae

Gen. Lepidotrigla


Foto originale in www.mnhn.fr

Lepidotrigla dieuzeidei    Blanc & Hureau, 1973

Il corpo anteriormente è robusto, andando verso la coda diventa sempre più snello. Ad esclusione della zona pettorale, è coperto da squame grandi, cteneodi e caduche. Presenti anche ossa, creste e spine. La testa è grossa e con occhi grandi, più di quelli del L. Cavillone, dietro i quali vi è un un solco poco profondo, privo di spine. Quest'ultime mancano anche davanti agli occhi, ma sono presenti sulle ossa preorbitali. La spina opercolare è corta e supera di poco la membrana opercolare. Una lunga spina nucale si estende oltre l'origine della prima pinna dorsale.  Il processo rostrale ha diverse spine di lunghezza pressoché uguali e senza prominenze.
La bocca è ampia, tagliata orizzontalmente e munita di denti villiformi sulle mascelle e sul
vomere.
Le pinne dorsali sono due e sono inserite in un
solco dotato da ogni lato da spine acuminate; alle loro basi si trovano degli scudetti rotondi. La prima pinna è composta da 8-9 raggi spinosi, di cui i primi tre seghettati e gli altri abbastanza distanziati fra loro. La seconda dorsale è contigua alla prima ed è formata da 14-16 raggi molli, quasi tutti bifidi nella parte terminale. L'anale (15 (14-16) raggi, bifidi anch'essi) è opposta e simile alla seconda dorsale, ma più bassa.  La caudale è grande ed ha il bordo libero leggermente al centro e con lobi a punta. Le pettorali sono grandi e hanno 9 raggi di cui 3 sono liberi, allungati e articolati; raggiungono l'apertura anale anche con 1 raggio libero. Le ventrali (1 raggio spinoso e 5 molli) sono un po' più corte delle pettorali e si inseriscono leggermente dopo le pettorali.

Caviglio spinoso - Caviglione liscio - Lepidotrigla dieuzeidei
Foto originale in www.regione.toscana.it

Il colore, dorsalmente più o meno uniformemente rosso, sfuma verso il bianco scendendo lungo i fianchi, tanto che la zona ventrale è completamente bianca. La parte superiore della membrana interradiale delle pettorali è nerastra.
Vive su fondi sabbiosi o fangosi a profondità di 60-200 m, ma può trovarsi anche intorno ai 600 m. Non si conosce il ciclo riproduttivo. Si nutre di crostacei, specie di anfipodi.
Si cattura con le reti a strascico e con grosse sciabiche da spiaggia. Abbocca alle lenze e ai palangresi. Raggiunge la lunghezza massima di 20 cm, più comunemente è intorno agli 11 cm.
Segnalata in Sicilia, ma probabilmente è più diffusa essendo in passato confusa con L. Cavillone

Fonti

  • Fishbase, NOAA, FAO, AAVV

  • Two New Fish Records from Turkish Coast of the Eastern Mediterranean: The Garfish, Belone svetovidovi Collette and Parin, 1970; the Spiny gurnard, Lepidotrigla dieuzeidei Audoin in Blanc and Hureau, 1973.

  • Notes ichtyologiques - New records of two Southern fish in Galician waters (NW Spain) - by Rafael BAÑÓN

Nomi dialettali: 

Scorpaeniformes
Scorpaeniformes