I Pesci dei Mari d'Italia
 

Classe: Actinopterygii

CAVIGLIONE

Ord. SCORPAENIFORMES

Fam. Triglidae

Gen. Lepidotrigla


Foto in www.ilkyaz.eu

Lepidotrigla cavillone    LACEPEDE, 1801

Ha corpo conico e affusolato, con testa grossa e peduncolo caudale ristretto.
Il muso è a scarpa,
con il profilo più ripido delle specie e lievemente concavo, e gli occhi molto grandi.
Le squame sono grosse e ruvide, ad eccezione di quelle esistenti sulla linea laterale, che oscillano tra 50 e 60. L'opercolo e il pre-opercolo sono
corazzati e muniti di spine acuminate. Esiste un solco profondo dietro l'orbita in corrispondenza di una accentuata depressione prenucale.
La bocca è ampia, tagliata orizzontalmente e munita di denti villiformi sulle mascelle e sul vomere.
Le pinne dorsali sono due, inserite in un
solco dotato da ogni lato da 23-25 spine acuminate. La prima pinna è composta da 8-9 raggi spinosi, di cui il primo è seghettato e gli altri abbastanza distanziati fra loro. La seconda dorsale è contigua alla prima ed è formata da 15-16 raggi molli. L'anale (15-16 raggi) è opposta e simile alla seconda dorsale, ma più bassa.  La caudale è grande ed ha il bordo libero leggermente incavato al centro, con lobi non appuntiti. Le pettorali sono grandi e posseggono 13-14 raggi, di cui i 3 inferiori sono liberi, allungati e articolati. Le ventrali (1 raggio spinoso e 5 molli), sono posizionate nella zona giugulare e  sono un po' più corte delle pettorali.
 


Foto di Cesar in picasaweb

La colorazione è rossa grigio, rossastra sul dorso e nella parte superiore dei fianchi. Le pinne sono rosse o rosate, ad eccezione delle pettorali che sono blu scuro con base rossa. Fianchi e ventre  sono bianco-rosaceo o bianco.
E' una specie che vive sul fondo fangoso o sabbioso detritico da 10 a 500 metri. La riproduzione si ha in primavera e le sue uova sono planctoniche. Si nutre di piccoli organismi animali viventi sul fango del fondo, di preferenza crostacei e molluschi. Si cattura con le reti a strascico e con grosse sciabiche da spiaggia. Abbocca alle lenze e ai palangresi. Raggiunge al massimo i 20 cm.
Comune sulle coste italiane, specie nell'Adriatico.
 

Nomi dialettali: 

GENOVA

Galletto.

SAVONA

Caviglione.

VIAREGGIO

Gallinenella, Caviglia,  Organo,Capocchione.

TRIESTE

Musoduro imbriago.

ROMA

Capone chiodo, Chiodo.

NAPOLI

Capa rugnosa.

GAETA

Acavaglione.

PESCARA

Porchetta.

VENEZIA

Anzoleto, Turchelo.

PICENO

Pregnetto.

RIMINI

Mazzola,Testone,Turco.

BARI

Capuane.

TARANTO

Capone, Angelina.

GALLIPOLI

Asaniello.

MANFREDONIA

Testa.

CATANIA

Faggianu.

MESSINA

Martidduzzu, Vaddabanchi.

PALERMO

Cocciu.

Scorpaeniformes
Scorpaeniformes