I Pesci dei Mari d'Italia
 

Classe: Actinopterygii

PESCE  LANTERNA
NASUTO

Ord. Myctophiformes

Fam. Myctophidae

Gen. Gonchthys

Gonichthys   cocco   Cocco, 1829
Fam. Mictofidi batiali

Elaborato da noaa.govHa corpo allungato, compresso, che si rastrema verso la coda. Il peduncolo caudale Ŕ stretto e lungo. Le squame sono lisce, cicloidi e poco aderenti. La testa ha muso corto, ottuso e prominente oltre l'apice della mandibola. L'occhio Ŕ di media grandezza. Gli organi luminosi sono pi¨ evidenti nella serie anale (19 fotofori). Il numero dei fotofori della serie anteriore varia tra 4 e 8 e quello della serie posteriore tra 10 e 14. Presenti squame luminose, apparentemente isolate una dall'altra, tra la pinna adiposa e la pinna caudale.
La bocca Ŕ relativamente ampia e poco inclinata. I denti, minuti, sono disposti in serie su ogni mascella, sui palatini e anche sui pterigoidi e le branchiospine del primo arco.
La pinna dorsale Ŕ breve, posizionata poco prima della metÓ del corpo. L'anale ha una base pi¨ lunga e inizia al disotto degli ultimi raggi della dorsale. La caudale Ŕ relativamente piccola e anche brevi sono le pettorali e le ventrali.

La colorazione Ŕ bruno argentea sui lati con riflessi dorati e iridescenti. Dorso, lato dorsale del capo e lato ventrale inferiore  sono color grigio metallico. L'interno della bocca Ŕ nero, l'iride argentea, le pupille ialine.
Frequenta acque temperate tra la superficie e 1500 m di profonditÓ. Si nutre di organismi
dello zooplancton. Si cattura con reti batipelagiche o con bilance e retini in superficie di notte. Non supera i 6 cm di lunghezza totale.
Segnalato a Messina, dove si trova con scarsa frequenza spiaggiato al Faro.

Nomi dialettali: Confusa con gli altri Mictofidi


Foto di Francesco Costa


Sommario Mictofiformi
Myctophyformes