I Pesci dei Mari d'Italia
 

Classe: Actinopterygii

Succiascoglio delle praterie
Succiascoglio minuto

Ord. Gobiesociformes

Fam. Gobiesocidae

Gen. Apletodon


Foto di Stefano Guerrieri

Apletodon incognitus   Hofrichter et Patzner, 1997
Il genere Apletodon comprende tre specie e due sottospecie (A. dentatus dentatus, A. bacescui dentatus, A. incognitus, A. pellegrini
)
(Non è inserito nella checklist della SIBM)

Corpo oblungo, depresso anteriormente e compresso lateralmente.
Testa quasi triangolare, muso corto e arrotondato, con lunghezza inferiore alla larghezza, occhi grandi. Le narici sono tubulari: le posteriori si trovano sopra margine anteriore degli occhi e le
anteriori sono lunghe il doppio delle posteriori. Il sistema di pori comprende 3 pori lacrimali evidenti, due pori nasali, 3 pori opercolari e 3 mandibolari.
Mandibola con due coppie di piccoli denti incisivi rivolti in avanti, seguito da ogni lato da un canino, sporgenti a bocca chiusa. Anche nella mascella superiore vi sono un paio di denti canini. Peduncolo caudale breve.
L'ano, circondato da papille carnose, si posiziona avanti all'origine della pinna dorsale ed è più vicino alla pinna anale che al disco ventrale. L'origine della pinna anale (4 raggi) si trova sotto il secondo raggio della
pinna dorsale (4 raggi). Le pettorali hanno 21 raggi e la caudale ha 13 raggi.

 


Foto di Stefano Guerrieri

 


Foto di Stefano Guerrieri

 

Colore del corpo è bruno-rosa, con macchie irregolari, ma può essere anche scuro ed uniforme (spesso marrone). È presente una chiazza triangolare bianca sotto l’occhio. Può esserci anche una linea bianca che unisce gli occhi. A volte, una linea bianca percorre longitudinalmente il dorso. La pinna dorsale è colorata solo nella sua parte anteriore, per il resto è incolore.
Frequenta zone infralittorali con substrato roccioso e le zone a
 Posidonia oceanica o Cymodocea nodosa su sabbia finissima, circondata da rocce coperti da Corallina sp. e Jania Rubens, tra i 20 cm e i 20 m. I giovani spesso si incontrano in vicinanza di echinodermi e i grandi all'interno di bivalvi vuoti o sotto sassi coperti da alghe calcaree.  Non supera i 4 cm.
Segnalato nel
Mediterraneo occidentale e recentemente in Italia (Elba, Livorno, Sistiana?)  e in Corsica.

 

 

Condivide gli spazi con Opeatogenys gracilis e può essere confuso con A. dentatus  e Diplecogaster bimaculatus. Le specie Apletodon viene distinta dal D. bimaculatus  per il numero  di pori del canale lacrimale (3 in Apletodon e 2 nel D. bimaculatus). Si differenzia, pure, da A. dentatus per avere 3 pori del canale mandibolare contro nessuno in A dentatus. Ha lo stesso numero di pori di A. pellegrini ma si distingue per avere meno raggi nelle pinne  pettorali e corpo  meno grande, un minor numero di canini e una struttura delle papille anali meno distinta.

 

Apletodon cfr incognitus - Foto di Marco Fantin - Sistiana

 

 


 

 

 

 

 

 

Foto di Anne Frijsinger & Mat Vestjens  www.natuurlijkmooi.net


Foto di Patzner in www.maestropescador.com

 

Fonti
ACTA ICHTHYOLOGICA ET PISCATORIA (2006) 36 (2): 143145
Fishbase, Wikipedia, Marine species
 

Nomi dialettali


Gobiesociformes