I Pesci dei Mari d'Italia
 

Classe: Actinopterygii

MERLANO
Molo

Ord. Gadiformes

Fam. Gadidae

Gen. Merlangius

Merlangius merlangus    Geoffroy St.Hilaire, 1767

Ha corpo snello, affusolato. Le squame sono piccole e ricoperte da muco secreto dalla pelle.
La linea laterale descrive un arco al disopra delle pettorali e prosegue rettilinea nella parte caudale. La testa è appuntita. L'occhio è relativamente grande. Le narici si aprono vicino all'occhio.
L
a bocca, ampia, è munita di denti sulle mascelle e sul vomere. Nella mascella superiore, che è prominente, vi è una fila esterna di denti grandi e appuntiti. Nella mandibola vi sono denti più piccoli esternamente e più grandi e lunghi in una fila interna.
Le pinne dorsali sono tre: la prima è un poco più lunga che alta, subtriangolare con
l'apice arrotondato, la seconda è leggermente più bassa ma più lunga della prima, la terza è trapezoidale,  più bassa e più corta della seconda. La prima anale è più lunga di tutte. La seconda anale è a contatto della prima ed è simmetrica alla terza dorsale.
La caudale ha margine libero troncato. Le
pettorali si estendono fino all'inizio della seconda dorsale e le ventrali, acute, arrivano con il loro secondo raggio quasi all'altezza della apertura anale.

Il colore della parte superiore del capo è bruno-giallastro con riflessi grigio-viola; i lati sono giallo-grigiastri con punti giallo-bronzati lungo e al di sotto della linea laterale. La parte inferiore dei lati e il ventre sono bianchi. Le pinne dorsali hanno lo stesso colore del dorso, le anali sono più chiare e la caudale come le dorsali e le pettorali ocra-giallastro, con una macchia nera alla base. Le ventrali sono incolori.
E' una specie che vive tra strati superficiali e il fondo a profondità non elevate. Entra nelle acque salmastre e nelle foci dei fiumi, senza formare dei branchi. La riproduzione inizia in gennaio e si prolunga fino alla metà di luglio. Spesso gli stadi giovanili si trovano al largo sotto l'ombrello delle meduse.
Si
nutre principalmente di crostacei e di pesci. Viene catturato con la rete a strascico e con la lenza dai pescatori sportivi. Ha carni considerate ottime, ma diversamente pregiate a seconda dei mercati. Supera i 60 cm.
E' presente nell'Adriatico settentrionale.


Foto in www.boutiquedopeixe.com

Foto in www.samuelsandsonseafood.com
Foto in ichthyology.bio.auth.gr

Nomi dialettali

PESCARA

Arface

FANO

Morgano

S. B. DEL TRONTO

Orfacio

ANCONA

Molo

VENEZIA

Molo da parangal

TRIESTE

Molo

 


 

Sommario GADIFORMI
Gadiformes