I Pesci dei Mari d'Italia
 

Classe: Elasmobranchii

PESCE
PORCO

Ord. SQUALIFORMES

Fam.Oxinotidae

Gen. Oxinotus

Foto di Francesco Turano

Oxynotus centrina  (Linnaeus, 1758)

Il corpo ha forma sub-triangolare compressa lateralmente, con tronco robusto e con dorso elevato, che è percorso da una carena cutanea mediana. Altre due pieghe cutanee corrono in basso lungo i fianchi, dall'ascella delle pettorali all'origine delle ventrali. La pelle è cosparsa di grossi denticoli dermici che la fanno risultare molto ruvida al tatto. Il capo è piccolo, conico e depresso e con muso corto. L'occhio è relativamente grande ed ha una cresta sopraoculare dotata di denticoli, che giunge in prossimità di un ampio spiracolo allungato verticalmente. Le narici sono larghe poste quasi all'apice del muso. Le fessure branchiali sono piccole.
La bocca è inferiore e piccola, con labbra spesse leggermente frangiate e solchi labiali lunghi. I denti, diversi nelle due mascelle, sono disposti superiormente in circa 6 file funzionali e alternate. Inferiormente vi
  è una sola fila composta da nove denti più larghi. Questi denti inferiori hanno i margini finemente seghettati, mentre quelli superiori hanno i margini lisci.
Le pinne dorsali sono due, ambedue munite di robuste spine. La prima pinna è grande e alta, di forma triangolare e con il margine posteriore concavo; la spina è rivolta in avanti ed ha origine circa a metà base della pinna.
La seconda pinna ha la stessa forma della prima, ma è più piccola e la spina è rivolta all'indietro
.
Non esiste l'anale e le pelviche sono opposte alla seconda dorsale. Le pettorali sono brevi ed hanno l'apice interno arrotondato.


www.oceans.gov.au

Colore bruno o grigio scuro, a volte bruno rossastro uniforme. Macchie scure  sono più o meno evidenti su testa e fianchi. Iride verdastra.
Specie bentonica che vive sui fondi fangosi in acque tra i 30
(40) e i 200 metri, ma può scendere anche oltre i 750.
La riproduzione è o
vovivipara. Le uova sono molto grandi e sul numero di embrioni che la femmina porta in gestazione vi sono più pareri
(22-23)(7-8)(9-12) embrioni. Poco si sa comunque della sua biologia. Si nutre di policheti e sipinculidi, ma anche di piccoli pesci ossei, echinodermi e crostacei, che digerisce ed evacua con una certa rapidità.
Si cattura occasionalmente
con lenze o palangresi di fondo, con tramagli e con lo strascico dei motopescherecci. Raggiunge la lunghezza massima di 1.5 m, ma comunemente è intorno a 55 cm. E' utilizzato per farne farine di pesce o l'olio di fegato.
Specie non molto frequente nel Mediterraneo. Più o meno raramente è presente nei mari italiani, e in Sicilia e nello Jonio pùò avvicinarsi anche alla costa.

Foto di Francesco Costa in Fish Base
Leggi Lo squalo con gli occhi verdi di Francesco Turano

Nomi dialettali

GENOVA

Pesciu porcu

LIVORNO

Pesce porco

ROMA

Porco

TERRACINA

Pesce puorco

NAPOLI

Pesce puorco

PROCIDA e - ISCHIA

Pesce sorece

CROTONE

Suruclu

TARANTO

Pisce puerche

TROPEA

Mbestinu

NICOTERA

Scialandruni

SCILLA

Canischedda

MOLFETTA

Pesce puerche

PESCARA

Porchetto, Pescia porché

ANCONA

Pesce porco

VENEZIA

Pesce porco

CAGLIARI

Pisci porcu, Porcu de mari

OLBIA

Pisci porcu

MESSINA

Pisci surici

CATANIA

Achilli, Surcì difunnali, Pisci trunzu

SIRACUSA

Porcu

PALERMO

Marzapanu, Pisci porcu, Pisci surici

CORSICA

Pisciu porcu

Sommario Squaliformi
Squaliformes