I Pesci dei Mari d'Italia
 

Classe: Elasmobranchii

LEMARGO

Ord. SQUALIFORMES

Fam. Somniosidae

Gen. Somniosus


Foto in www.mnhn.fr/iccana

Somniosus rostratus  (Risso, 1810)

Ha corpo fusiforme, con testa corta e muso breve e arrotondato; le narici sono quasi sulla stessa linea longitudinale dell'occhio. Quest'ultimo è rotondo e di un diametro che entra nel muso 2.5-3.5 volte. Lo spiracolo è piccolo, situato piuttosto indietro all'occhio in posizione più elevata.
La bocca poco arcuata e munita di pieghe labiali agli angoli è armata di numerosi denti, di forma completamente diversa nelle due mascelle. Superiormente (37-63) sono stretti e acuminati, a forma di pugnale lievemente curvo, mentre inferiormente (33-36) sono subquadrati con una cuspide triangolare a margini lisci e bordo inciso. Le fessure branchiali sono piccole e ovaliformi. Lungo la linea laterale vi sono dei grossi pori. Il peduncolo caudale è corto.

Ha due piccole pinne dorsali, ambedue prive di spine, simili di forma e grandezza quasi uguale, di cui la prima è più vicina alle pettorali che alle pelviche ed ha il margine posteriore allungato a punta. La caudale ha un ampio lobo inferiore e una marcata indentatura subterminale nel lobo superiore. Le pettorali si inseriscono al disopra dell'ultima apertura branchiale, hanno il primo apice e il margine anteriore arrotondato; il margine posteriore è leggermente arcuato. L'anale manca. Presenti due brevi chiglie  sulla base della pinna caudale


Foto in www.mnhn.fr/iccana

La sua colorazione è bruno nerastra o marrone uniforme. Iride bruno nera.
E' una specie probabilmente bento-pelagica, che vive in profondità, tra 200 e 1000 m, e in acque fredde. La riproduzione è ovovivipara e gli embrioni oscillano tra 12 e 17, che alla nascita misurano 21-28 cm. Si nutre di pesci e invertebrati bentonici. La pesca, occasionale, si fa con le lenze o i palamiti di fondo. Qualche esemplare resta catturato con le reti a strascico. Viene sfruttato per la farina di pesce e più raramente per l'alimentazione umana. Può raggiungere oltre 1.40, comunemente è intorno a 1 m.
Nel Mediterraneo è abbastanza raro.
Noto soltanto per il Mar Ligure e per la Sicilia.

Foto di Duarte Cambraia in Fish Base
Foto in www.poissons.net

Nomi dialettali

Sicilia

Erculi, Achilli imperiali di funnu

Sommario Squaliformi
Squaliformes