I Pesci dei Mari d'Italia
 

Classe: Elasmobranchii

CENTROFORO
BOCCANERA

Ord. SQUALIFORMES

Fam. Squalidae      (Centrophoridae)

Gen. Squalus           (Centrophorus)

 

Centrophorus uyato (Rafinesque, 1788)
Sinonimo di  Squalus
 uyato   Rafinesque, 1810

Il corpo è fusiforme a sezione ovoidale, appiattita sul lato ventrale. La testa è appiattita dorsalmente a profilo quasi rettilineo, con muso lungo e stretto. Gli occhi sono larghi e gli spiracoli ampi e situati posteriormente. Le narici sono trasversali, con valvola nasale anteriore, larga e subtriangolare, e con estremità libera arrotondata. La pelle è coperta di denticoli ossei piccoli e spinosi e disposti irregolarmente. Le fessure branchiali sono 5, tutte anteriori all'inserzione delle pettorali, di cui l'ultima è la più lunga.
La bocca è poco arcuata e con pliche labiali corte. Sulla mascella superiore i denti sono 36/38, di cui quelli centrali con cuspide triangolare eretta o quasi eretta, mentre quelli successivi, con base quadrata più larga, hanno cuspidi oblique che si inclinano sempre maggiormente in direzione degli angoli della bocca. Sulla mascella inferiore vi sono 32-34 denti più grandi e hanno le cuspidi molto oblique, dirette verso l'interno della bocca, che divengono quasi orizzontali col procedere verso gli angoli.
Le pinne dorsali sono due, simili di forma ma la prima è più grande della seconda;
entrambe sono munite di spine robuste, che posseggono una scanalatura longitudinale su ogni lato. Manca la pinna anale. La caudale ha l'apice superiore troncato obliquamente e il lobo inferiore ben delineato e arrotondato. Le pettorali hanno il margine esterno arrotondato e l'apice posteriore prolungato in un lobo appuntito che si estende fino all'altezza del margine posteriore della base della dorsale; le pelviche, rettangolari, sono su per giù della stessa grandezza della seconda dorsale.

Il colore del corpo è grigio bruno uniforme, più scuro sul dorso e nelle pinne e biancastro sul ventre. I margini posteriori delle dorsali e i lobi allungati delle pettorali sono più chiari. L'interno delle aperture branchiali è bluastro e l'interno della bocca blu nero. Gli occhi sono verdi fosforescenti. I giovani hanno delle sfumature bluastre.
Vive abitualmente oltre i 200 m di profondità e fino a 1400m, ma può risalire anche intorno ai 50 m. Si nutre prevalentemente di pesci ossei e calamari. La riproduzione è ovovivipara e solitamente con un solo embrione, che alla nascita è intorno a 40-50 cm. Si cattura con reti a strascico o con i palangresi di fondo. Ha carni cattive, che vengono consumate localmente essiccate o salate; il fegato è molto ricco d'olio. Un tempo era molto pregiato lo zigrino. Può raggiunge 1.10 m di lunghezza e un peso di oltre 7 kg.
Nel Mediterraneo è presente esclusivamente nel bacino occidentale. Segnalata la sua presenza in Sicilia
.

Sommario Squaliformi
Squaliformes