I Pesci dei Mari d'Italia
 

Classe: Elasmobranchii

RAZZA
BIANCA

Ord. RAJIFORMES

Fam. Rajidae

Gen. Raja

Rostroraja  alba    (Lacepede, 1803)

E' una grande razza a muso lungo, con disco romboidale più largo che lungo e rostro molto prominente e appuntito. Gli occhi, non molto grandi, sono sporgenti e gli spiracoli sono ovaliformi. Il lato dorsale è liscio nei giovani. Negli adulti mancano le spine orbitali, mentre è presente una serie medio dorsale più o meno estesa e con spine spesso smussate e mancanti. Due serie laterali di spine si trovano sulla coda negli adulti e una centrale nei giovani, con alcune spine laterali irregolarmente disposte. Il lato ventrale nei giovani è liscio, ad eccezione della zona preorale e della metà superiore del margine anteriore del disco; negli adulti è tutto più o meno spinuloso ad eccezione di ampie zone nude sulle pettorali. Presente una spina interdorsale (vi sono citazioni per 5 spine).
Sulle mascelle vi sono da 40 a 48
(45) serie di dentini appuntiti in ambo i sessi, le serie centrali hanno un massimo di 7-8 denti molto lunghi, conici e a base larga; quelle laterali, sono più ottusi e con punte corte.
Le pinne pettorali hanno
margini anteriori marcatamente ondulati e margini posteriori convessi; gli apici laterali sono a punta e formano un angolo acuto. Le pinne dorsali sono piccole, poste molto indietro sulla coda e distanziate fra loro. Le ventrali sono poste alla base della coda. La pinna caudale è rudimentale.

La colorazione superiormente è bruno rossiccia nei giovani, grigio cenere o grigio bleu negli adulti con macchiette bianche più o meno numerose; inferiormente è biancastra con ampi margini bruno grigi sulle pettorali nelle forme giovanili.
I giovani vivono in fondali fangosi e sabbiosi poco profondi, gli adulti si spingono a profondità maggiori (40-400 m, più raramente oltre i 500 m). Le femmine sono ovipare e maturano da aprile a giugno. Annualmente depone 55-156 uova di 12-18
(16-20) cm di lunghezza e 10-14 di larghezza.  La capsula ovarica è quasi piatta da un lato e fortemente convessa dall'altro; le appendici lunghe sono nastriformi, quelle corte a gancio.  Il periodo di incubazione degli embrioni è di circa 15 (4-5) mesi.  Si nutre di pesci ossei bentonici, altri elasmopbranchi, granchi, gamberi, polpi e seppie. Si cattura con palangresi e reti a strascico. Arriva a 2.3 m di lunghezza totale e uno e mezzo di larghezza, ma comunemente la lunghezza oscilla tra 60 e 150 cm. E' considerata una specie a rischio di estinzione.
Nell'Atlantico e nel Mediterraneo è diventata abbastanza rara. Presenti in Sicilia meridionale, mentre le catture nell'Adriatico sono sempre più rade e riguardano esemplari giovani.


Foto in www.mnhn.fr/iccanam

Nomi dialettali

GENOVA

Rasa capusinha

TERRACINA

Mezzaraja

CROTONE

Raja liscia

OTRANTO

Chiamita

VASTO

Bbarochele de fiure

ORTONA

Vacche

ANCONA

Baracoleta (L)

TRIESTE

Moro

MESSINA

Pichira liscia

TRAPANI

Picaredda

PALERMO

Picara liscia

Sommario Rajformi
Rajiformes