I Pesci dei Mari d'Italia
 

Classe: Elasmobranchii

RAZZA
POLISTIMMA

Ord. RAJIFORMES

Fam. Rajidae

Gen. Raja


Foto in www.mnhn.fr/iccanam (?)

Raja  polystigma   Regan, 1923
Appartiene al gruppo delle razze a muso corto

Disco più largo che lungo, con margini anteriori sinuosi, e rostro poco prominente con estremità ottusa o arrotondata. Differisce dalla brachyura per avere occhi più grandi e spazio interorbitale più stretto, per un numero minore di denti e per essere meno spinulosa. La superficie dorsale è più o meno liscia negli adulti, eccettuate alcune spinule sulle creste orbitali e rostrali e sull'estremità del muso.  I maschi adulti hanno 2 serie di spine alari e un gruppetto di spine malari. Sulla coda si trovano 22-28 spine mediane e talvolta vi sono spine anche lateralmente. Tra le due dorsali si può trovare una spina. La superficie ventrale è liscia ad eccezione di spinule nell'area prenasale e sulla metà anteriore del margine superiore del disco.
I denti sono disposti in 48-60 serie molto adiacenti tra loro e molto appuntiti nei maschi.


Foto di Walter Preitano

La colorazione è grigio-brunastra o nocciola, con numerosi punti scuri e alcuni chiari, che si estendono fino ai margini del disco, alle pelviche ai pterigopodi e alla coda. Su ogni ala delle pettorali solitamente vi è un ocello formato da una macchia scura centrale, circondata da un'altra scura anulare marginata sui due bordi da due anelli chiari. Le pinne sono marginate con una sottile linea bianca. La faccia ventrale è biancastra.
E' una specie bentonica che abitualmente vive su fondi sabbiosi e fangosi tra i 100 e i 400 m, ma può risalire anche a quote meno elevate. La riproduzione è ovipara e depone annualmente 20-62 uova di 35-62 mm di lunghezza; le capsule ovariche sono oblunghe e rigide, con espansioni agli angoli. Si nutre di crostacei e pesci ossei. Si cattura occasionalmente con
reti a strascico o palangresi. Raggiunge i 60 cm di lunghezza totale. Viene considerata una specie "vulnerabile"
Molto rara, più frequente nei bacini occidentali del Mediterraneo. Nota per Nizza, la Dalmazia e il Mar Ligure e il Tirreno.


Foto di Stefano Guerrieri

Sommario Rajformi
Rajiformes