I Pesci dei Mari d'Italia
 

Classe: Elasmobranchi

SQUALO MANZO
Notidano cinereo

Ord. HEXANCHIFORMES

Fam. Hexanchidae

Gen. Heptranchias


Foto in www.mnhn.fr/iccanam

Heptranchias perlo   (Bonnaterre, 1788)
Caratterizzato da sette aperture branchiali.

Ha corpo slanciato e compresso, pinna caudale lunga e robusta. La pelle è ricoperta di denticoli dermici che si sovrappongono strettamente sui fianchi. Ogni denticolo ha una cuspide centrale più lunga, con a lato due più brevi. La testa ha il profilo superiore leggermente convesso, il muso stretto e punta arrotondata. L'occhio è grande e ovale. Lo spiracolo è piccolo, situato posteriormente all'occhio. Le narici sono situate a metà tra il margine anteriore della bocca e l'estremità del muso.
La bocca è ampia, tagliata ad arco acuto, e con 20-24 denti superiormente, che sono obliqui, sinuosi e a forma di pugnale. I denti della mandibola sono allungati e simili a pettini con cuspidi appuntite, di cui la seconda o terza è più robusta e allungata delle altre.
Ha una sola pinna dorsale, non grande, che inizia in posizione posteriore all'apertura anale. Il suo bordo anteriore è quasi rettilineo, l'apice arrotondato e il bordo posteriore concavo. L'anale, lunga circa quanto la dorsale è un poco più bassa e inizia in posizione immediatamente posteriore ad essa. La codale è lunga circa un quinto della lunghezza totale, con il margine superiore leggermente convesso, il lobo superiore è lungo più di tre volte di quello inferiore e porta una
tacca molto evidente nella parte apicale.
Le pettorali sono piccole e trapezoidali e le pelviche poco più alte dell'anale e inglobanti parte dei pterigopodi nei maschi.


Foto in www.mnhn.fr/iccanam

La colorazione è uniformemente grigia o olivastra, che diviene biancastra sul ventre. Le pettorali sono bordate di bianco, la dorsale é nera all'apice, con due macchie bianche. La caudale è marginata inferiormente di bianco, con apice nero bordato di bianco. Gli occhi sono verdi.
Vive in profondità fino a 800 m ed oltre, in prossimità delle coste (a volte risale verso la superficie). Le femmine arrivano a gestire anche 20 embrioni. I piccoli, appena nati, misurano da 25-28 cm. Le femmine maturano intorno ai 90 cm e i maschi a circa 85 cm. Si nutrono di pesci ossei (specialmente naselli), calamari, seppie, crostacei e  anche di piccoli squali e razze. Si pesca occasionalmente con palangresi da fondale. Può raggiungere quasi i 140 cm, comunemente è intorno al metro.
Ovunque nel Mediterraneo, più raro nell'Adriatico.

Nomi dialettali

GENOVA

Pesciu boe

LIVORNO

Pesce bove, manzo

ROMA

Anci_

R. CALABRIA

Vaccarello

CATANZARO

Pisci alici, Angiova

TARANTO

Pesce vacca

BRINDISI

Pesce cagnolu

MOLFETTA

Pesce alisce

NAPOLI

Stiare, Pesce angi_

ORTONA

Ghrange

PESCARA

Piscie manze

VENEZIA

Cagnia

MONFALCONE

Gatton grigio

CAGLIARI

Pisci anciova

MESSINA

Pisci vacca, Sadda mascolina

CATANIA

Pisci anciovu

MALTA

Murruna

Hexanchiformes
Hexanchiformes