I Pesci dei Mari d'Italia
 

Classe: Elasmobranchii

PALOMBO PUNTEGGIATO
Palombo maculato

Ord. Carcharhiniformes

Fam. Triakidae

Gen. Mustelus

 

Mustelus punctulatus   Risso, 1827
Molto simile a Mustelus mustelus, con cui si può confondere.

Ha corpo allungato, testa breve e schiacciata dorsalmente. Il muso è moderatamente lungo, arrotondato  e leggermente ristretto nella parte terminale, con lembi nasali prominenti. Gli occhi sono abbastanza allungati in orizzontale, grandi e distanziati tra loro. Gli spiracoli sono sporgenti e si trovano subito dietro l'occhio.
La bocca è inferiore, non molto grande e di forma triangolare;  le pieghe labiali superiori sono più lunghe delle inferiori. I denti sono piccoli e appiattiti, di aspetto molariforme;sulla lingua e nella parte anteriore del palato vi sono dei denticoli.
Le pinne dorsali sono simili tra loro (la prima è molto più grande) ed hanno delle creste interdorsali e, spesso, dei filamenti cornei nella parte posteriore. La pinna pettorale ha il margine interno piccolo rispetto a quello esterno. Le pinne ventrali si innestano a metà lunghezza del corpo ed hanno il margine anteriore relativamente piccolo. L'anale è opposta alla seconda dorsale ed è la più piccola di tutte. Lo spazio tra anale e caudale è minore rispetto allo spazio tra seconda dorsale e caudale. La coda è bilobata in modo asimmetrico, con la parte superiore più lunga e più bassa, ma ben formata; il lobo inferiore ha una incisura in prossimità dell'apice.

Il colore di fondo del corpo è grigio o grigio-marrone, più scuro dorsalmente e più chiaro lungo i fianchi e ventralmente, dove sfuma verso il biancastro. Sul dorso e sulla parte superiore dei fianchi vi sono delle macchiette scure o nerastre sparse e ben definite. Le due pinne dorsali sono marginate posteriormente da un orlo scuro.
Vive sulla piattaforma continentale intorno ai 100 m, ma si avvicina anche a profondità inferiori sia su fondi sabbiosi sia su quelli sabbio-ghiaiosi.
La riproduzione probabilmente è vivipara e la gestazione dura circa un anno.  Si nutre di specie animali bentoniche, prevalentemente pesci, granchi e cefalopodi. Si cattura con reti di profondità o con la sciabica. La carne viene spesso spacciata per palombo. Supera la lunghezza dei 100 cm (190 cm), ma mediamente si rinviene tra i 50 e 90 cm (60 cm).
Si incontra con maggior frequenza nel bacino meridionale del Mediterraneo.

Foto in www.ilmaredamare.com

Sommario Carcharhiniformes
Carcharhiniformes