I Pesci dei Mari d'Italia
 

Classe Actinopterygii

PESCE   AGO
di RIO

Ord. SYNGNATHIFORMES

Fam. Syngnathidae / Syngnathinae

Gen. Syngnatus


Foto di Giacomo Radi

Syngnathus abaster   Risso, 1827

Ha corpo allungato, sottile e, come per gli altri singnatidi, che si restringe verso la coda. Presenti da 40 a 54 anelli ossei. La testa ha una cresta occipitale non molto evidente. Gli occhi sono piccoli e circolari, situati lateralmente a metà del capo. Le aperture branchiali sono brevi. Il muso, piccolo, ha una cresta non sempre di uguale altezze nei vari individui; pure il profilo è molto vario.
La pinna dorsale (24,34 raggi) si estende su 6-9 anelli, l'anale (3-4 raggi) è piccolissima, la caudale (9-10 raggi) è piccola e a ventaglio. Le pettorali (10-14 raggi) sono tondeggianti e anch'esse piccole. Le ventrali sono assenti.


Foto di Roberto Pillon


Foto di Roberto Pillon

La colorazione è verde-bruno, presenti strie biancastre e qualche volta macchie irregolari poco definite. Il ventre è più chiaro. La pinna caudale è nerastra.
Vive in acque molto basse su fondali sabbiosi, ma con vegetazione (posidonie, lattuga di mare) e si spinge spesso in acque salmastre o dolci. La borsa incubatrice dei maschi, giallastra e picchettata di nero, si estende su 16-21 anelli post anali. I neonati hanno il sacco vitellino assorbito e le pinne già conformate. Si nutre di piccoli crostacei e stadi larvali di pesci e altri organismi marini.
Si cattura con sciabichelli, retini e gangamelle. In base all'area in cui vive può avere, oltre a colorazione diversa, dimensioni differenziate da 6 cm, per le acque dolci o salmastre, a 15 cm di lunghezza totale.
Comune su tutte le coste.


Foto di Giacomo Radi


Foto di Roberto Pillon


Foto di Roberto Pillon

 

Syngnathus  cf  abaster


Foto di Roberto Pillon


Foto di Roberto Pillon

Nomi dialettali: confuso con il pesce ago (tranne Napoli).

NAPOLI

zella piccerella.

Tavola comparativa

Sommario Syngnathiformes
Syngnathiformes