I Pesci dei Mari d'Italia
 

Classe Actinopterygii

CAVALLUCCIO
MARINO

Ord. SYNGNATHIFORMES

Fam. Syngnathidae / Hippocampinae

Gen. Hippocampus

Hyppocampus guttulatus - Foto di Francesco Turano
Foto di Francesco Turano

Hyppocampus guttulatus    CUVIER  1829


Foto Alberto Biondi

Ha corpo corto, schiacciato lateralmente, pronunciato sul lato ventrale, che si restringe subito in una coda lunga e quadrangolare.
Gli anelli ossei cutanei (48-50) sono evidenti e a forma di spina nell'inserzione con le creste longitudinali laterali. Spesso le apofisi del corpo si
prolungano in appendici dermiche semplici o ramificate.  Sulla testa presente una cresta che al centro forma una specie di coroncina. Il muso Ŕ relativamente lungo. Gli occhi sono situati circa nel mezzo della testa.
La bocca Ŕ molto piccola e senza denti e le narici scarsamente visibili.
La pinna dorsale si estende su 3 anelli (2 del tronco e 1 della coda).
L'anale, minuscola e corta, Ŕ inserita nel primo anello codale, le pettorali hanno base abbastanza estesa e raggi corti.
Mancano la codale e le ventrali.

Cavalluccio marino - Foto di Alberto Biondi

La colorazione normalmente Ŕ castagno scuro tendente al nero verdastro con macchiette bianco-celesti, bianco-argento e giallastre. La dorsale biancastra ha una fascia longitudinale scura, con margine esterno giallo.
Esistono esemplari con la parte anteriore del tronco di colore rosso vivo o giallo zolfo, altri sono interamente colorati in rosso o in giallo.


Foto di Antonio Colacino

E' una specie sedentaria che vive nelle praterie di posidonie e tra le alghe. Pu˛ restare ancorato nello stesso posto  per parecchio tempo, tanto che si pu˛ osservare sul corpo un deposito di sedimenti, in alcune localitÓ dell''Alto Adriatico, molto sostanzioso. Nuota lentamente a mezzo del movimento ondulatorio della pinna dorsale. Entra facilmente nelle lagune e nelle acque salmastre. La tasca incubatrice del maschio inizia immediatamente dopo l'apertura anale. La femmina deposita le uova nel marsupio del maschio. La gestazione dura 21 giorni dopo di chŔ i neonati sono completamente formati. Si nutre di isopodi, di anfipodi e altri crostacei, di giovani esemplari di pesci.  Si cattura occasionalmente con retini o con gangamella. Raggiunge la dimensione di 16 cm di lunghezza.
Citato ovunque; molto comune in Adriatico settentrionale e nella laguna veneta, mentre per le altre regione Ŕ divenuto alquanto raro.

Foto di Antonio Colacino
Foto di Antonio Colacino

Cavalluccio marino - Foto Alberto Biondi

Leggi Cavallucci calabresi
di Francesco Turano,
il Tuffatore dello Stretto

Nomi dialettali

GENOVA

cavallo de mÓ.

LIVORNO

cavalluccio.

NAPOLI

cavalluccio 'e mare.

PESCARA

cavalluccie de mare.

VENEZIA

caval marin, cavalo strorno.

CAGLIARI

quaddu de mari (Sardegna).

MESSINA

cavadduzzu i mari.

SICILIA

cavadduzzu i mari.

Sommario Syngnathiformes
Syngnathiformes