I Pesci dei Mari d'Italia
 

Classe: Actinopterigi

SOGLIOLA ADRIATICA
Sogliola del porro

Ord. PLEURONECTIFORMES

Fam. Soleidae

Gen. Pegusa

Pegusa impar  (BENNETT, 1831)

Ha corpo ovale, coperto da squame piccole, che sulla linea laterale (debolmente arrotondata nel ramo sovra-temporale)  sono 110-115 (100-130). Il profilo della testa è caratterizzato dal muso prolungato in un lobo carnoso che si estende sopra la bocca. La narice anteriore del lato cieco è grande e protuberante. La narice anteriore del lato oculare con un tubicino rivolto all'indietro che non raggiunge il bordo anteriore dell'occhio inferiore. Gli occhi sono relativamente piccoli e quello superiore è più spostato in avanti.
La pinna dorsale inizia sul muso ed ha 70-72
(65-83) raggi, di cui l'ultimo è collegato al peduncolo caudale da una membrana. L'anale si inserisce a poca distanza dalle ventrali (5 raggi) ed ha ha 56 raggi (40-43), di cui  l'ultimo è collegato al peduncolo caudale da una bassa membrana.
Le pinne pettorali sono sviluppate e quasi uguali; nel dato oculare i raggi molli sono8-9 e nel lato cieco 8.


Foto di Luciano Poggiani

La colorazione del lato oculare è grigio-seppia uniforme, con alcune macchie blu che spariscono dopo la morte. La dorsale ha inizialmente i raggi in parte bianchi, che andando verso la coda scuriscono gradatamente. Nell'anale solo le punte dei primi 4 raggi sono bianchi. La pettorale del lato oculare ha una macchia centrale nera, marginata nei lati liberi di bianco. Il lato cieco è interamente bianco-giallastro.
E' una specie che
frequenta bassi fondali sabbiosi e detritici tra i 30 e i 100 m, ma che entra, specie da giovane, anche nelle acque lagunari e salmastre. La riproduzione è intorno alla primavera-estate. Quando le dimensioni raggiungono circa i 10 mm, l'occhio comincia a migrare e la vescica natatoria a regredire fino a sparire negli adulti. L'alimentazione è a base di crostacei, policheti e molluschi bivalvi. Si cattura con reti a strascico. Può raggiungere i  25 cm di lunghezza.

Più abbondante nell'Adriatico e nel golfo di Napoli.

 

Nomi dialettali: uguali alla alla Pegusa lascaris.

Sommario Pleuronectiformi
Pleuronectiformes