I Pesci dei Mari d'Italia
 

Classe: Actinopterygii

MICROITTIO

Ord. PERCIFORMES

Fam. Epigonidae

Gen. Microichthys


Foto di Francesco Costa

Microichthys coccoi   Rüppell, 1852
Genere creato a seguito di raccolta nello Stretto di Messina.
Atlante di pesci delle coste italiane - G. Bini

Corpo allungato, leggermente compresso, coperto di squame cicloidi (sottili e un po' striate) anche sui pezzi opercolari. La linea laterale comincia dall'angolo superiore dell'apertura branchiale, forma una leggera curva e poi segue parallelo l'andamento del corpo fino alla pinna codale. Il muso è appuntito. L'opercolo è attraversato da una cresta orizzontale non molto alta, che termina a punta. L'occhio è grande e sfiora il profilo superiore della testa. Le narici sono due per ogni lato.
La bocca obliqua con mandibola un poco più prominente.  
I denti sulle mascelle sono minuti e limitati alla parte anteriore. Altri denti si trovano sul margine anteriore del vomere, sui palatini e sul faringe.  
Le due
pinne dorsali sono separate tra loro e alte. L'anale è simile alla seconda dorsale, ma di base più corta. La codale ha margine posteriore lievemente incavato. Le pettorali sono poco acuminate, inserite obliquamente. Le ventrali, lunghe quanto le pettorali, sono inserite al di sotto della base di queste.

Colore del corpo castagno chiaro, con molti punti più scuri. Sui fianchi sono presenti una ventina di linee parallele di colore castagno più scuro, che occupano gli spazi tra i fasci muscolari e che sono delimitate in alto dalla linea laterale, la quale è di colore più chiaro. Il muso è biancastro e le guance e la parte dell'opercolo inferiore alla cresta orizzontale sono argentine, mentre la parte superiore è castana. L'iride è argentea, con la parte superiore nerastra. Le pinne sono tutte trasparenti e incolori.
E' una
specie batipelagica. Si nutre di crostacei planctonici. Lunghezza massima conosciuta 45 mm
Specie molto rara, gli unici esemplari sono stati trovati nello Stretto di Messina.

.

Sommario Perciformi
PERCIFORMES