I Pesci dei Mari d'Italia
 

Classe: Actinopterygii

PAGRO REALE  MASCHIO
Pagro reale - Pagro
Dentice rosa

Ord. PERCIFORMES

Fam. Sparidae

Gen. Sparus

Pagrus caeruleostictus (Valenciennes, 1830) 
I caratteri sono praticamente gli stessi della specie Pagrus auriga.

Corpo compresso lateralmente e alto, con profilo dorsale arcuato e discendente bruscamente nel muso. E' coperto da squame robuste e piuttosto grandi, che lungo la linea laterale sono 51-54.
La testa Ŕ corta e alta. Gli occhi sono in posizione elevata e vicini al profilo del muso.
La bocca Ŕ robusta, ma non molto ampia, con labbra spesse e mascelle forti. I denti su entrambe le mascelle sono conici e sviluppati, ma con la punta smussata; 4 caniniformi pi¨ grossi si trovano superiormente e 6 inferiormente. Ai denti appuntiti seguono 2-3 file di molariformi.
La pinna dorsale (11-12 raggi spinosi e 9-12 molli) Ŕ caratterizzata dai
primi due raggi molto corti, mentre il 3, 4 e 5 sono liberi all'estremitÓ e molto sviluppati, per˛ meno lunghi rispetto a Pagrus auriga. Nei giovani, questi raggi lunghi sono filiformi. L'anale Ŕ opposta alla parte molle della dorsale; ha 3 raggi spinosi, di cui il secondo Ŕ pi¨ robusto, e 8-9 raggi molli. La caudale (16 raggi) Ŕ robusta e forcuta, con lobi appuntiti. Le ventrali sono abbastanza sviluppate e munite di una lunga spina 5 raggi molli. Le pettorali (15-16 raggi) sono falciformi e molto lunghe, tanto da superare abbondantemente l'apertura anale.


Foto in  ww.mnhn.fr/iccanam

Il colore di fondo del corpo Ŕ rosa violaceo con riflessi argentei, pi¨ scuro dorsalmente fino a diventare rosso cremisi e pi¨ chiaro, quasi biancastro e argenteo, ventralmente. Rispetto al Pagrus auriga, le fasce verticali rosse sono molto attenuate, fino a diventare indistinte nelle femmine grosse e a scomparire nei maschi. Sul capo e sulle guance e lungo i fianchi, sopra e sotto la linea laterale,  si trovano piccole e sparse macchie azzurre. Una fascia bruna marcata si nota nello spazio inteorbitale. Una macchia scura Ŕ posizionata alla base degli ultimi raggi molli della dorsale.
Vive sui fondi sabbiosi e fangosi, in profonditÓ da 30 a 250 metri, ma frequenta anche i fondali rocciosi. La maturitÓ sessuale si verifica oltre i due anni e il periodo riproduttivo Ŕ tra febbraio-marzo. Si nutre particolarmente di molluschi lamellibranchi e crostacei. Viene catturato con le reti a strascico. Abbocca anche facilmente agli ami. Raggiunge i 90 centimetri di taglia, pi¨ comunemente 50 cm, e un peso  superiore a 11 kg. .
Sulle  coste italiane Ŕ stato segnalato nella Sicilia meridionale. Non Ŕ citato per l'Adriatico.

Nomi dialettali: nessuno, nei mercati Ŕ venduto col nume di Dentice rosa

Sommario Perciformi
PERCIFORMES