I Pesci dei Mari d'Italia
 

Classe: Actinopterygii

PAGELLO
FRAGOLINO

Ord. PERCIFORMES

Fam. Sparidae

Gen. Pagellus

Pagellus erythrinus    (Linneo, 1758) - Foto di Gianpiero Liquori

Foto di Walter Preitano

Pagellus erythrinus    (Linneo, 1758)

Corpo ovale, compresso lateralmente e abbastanza alto all'inserzione della dorsale. Tutto il corpo è coperto di squame, compreso opercolo, preopercolo e metà spazio interorbitale. La linea laterale segue il profilo dorsale, partendo dal bordo superiore dell'opercolo per giungere al centro della base della codale; su di essa vi sono 55-70 squame. La testa non è molto grande e il muso è appuntito e porta le aperture nasali molto vicine e di forma quasi circolare. La bocca ha una apertura che arriva all'altezza del margine anteriore dell'occhio. I denti sono piccoli e acuti e quelli anteriori sono leggermente ricurvi in dentro. Posteriormente seguono 2-3 file molariformi
La pinna dorsale è unica, formata anteriormente da 12 raggi spinosi (i primi 5 sono i più alti) e posteriormente da 10-11 raggi molli.
La parte spinosa il cui terzo raggio è il più lungo, abbattuta all'indietro si alloggia perfettamente in un solco del dorso. L'anale ha tre raggi spinosi dei quali il primo più corto e gli altri due della stessa grandezza. La codale è forcuta a lobi eguali e coperta di scaglie alla base. Le pettorali sono triangolari e lunghe e il loro apice arriva al primo terzo della base dell'anale.


Foto di Walter Preitano


Foto di Walter Preitano


Foto Roberto Pillon (Acquario)

La colorazione è rosa argentea sui fianchi e rosso più scuro sul dorso che diviene carminio vivo nel bordo superiore dell'opercolo.  
Nei piccoli si notano delle fasce trasversali di colore roseo più intenso, molto visibili negli stadi post-larvali e giovanili. La cavità branchiale e della bocca sono nere.
E' una specie bentonica costiera che si trova sia sui fondi misti di scogli, sassi e detriti, sia su quelli fangoso-arenosi della platea continentale in profondità variabili fra 15 e 120 metri circa. I giovani si trovano abbondanti anche su fondi sabbiosi puliti intorno ai cento metri di profondità. La riproduzione si ha nei mesi primaverili (aprile-maggio). Le uova sono pelagiche e galleggianti. Si nutre di piccoli animali bentonici. Viene catturato abbondantemente dalle reti a strascico su fondali sabbiosi e fangosi intorno ai 100 m di profondità. Abbocca facilmente alle lenze e ai piccoli palangresi sulle secche a coralline e sui fondali arenosi litorali. La sua carne è buona e fra i pagelli la più ricercata dal mercato. Sembra che possa raggiungere i 60 cm. di lunghezza. La lunghezza media  è tra i 15 e i 25 cm.
Abbondante su tutte le coste italiane.

Nomi dialettali

IMPERIA

Pageo

SAVONA

Pagau

GENOVA

Pagao veaxo

VIAREGGIO

Fraolino

LIVORNO

Fragolino, Parago

CIVITAVECCHIA

Fraulino

ROMA

Pagello, Fravolino

NAPOLI

Luvaro

REGGIO Calabria

Lutrinu

TARANTO

Lutrina

GALLIPOLI

Lutrinu, Luvaru

MOLFETTA

Ettre

BARI

Etr

ORTONA

Arboretto

ANCONA

Arboletto

RIMINI

Alboretto

VENEZIA

Alboro, Arboro,Medagiola

TRIESTE

Ribon

CAGLIARI

Pagellu, P. eru

MESSINA

Luvaru

CATANIA

Luuru

Sommario Perciformi
PERCIFORMES