I Pesci dei Mari d'Italia
 

Classe: Actinopterygii

PALAMITA

Ord. PERCIFORMES

Fam. Scombridae /Scombrinae

Gen. Sarda


Foto di Walter Preitano

Sarda sarda    (BLOCH, 1793)

Ha corpo allungato e fusiforme, di taglia superiore allo sgombro, rispetto al quale è un po' più compresso lateralmente ed ha la seconda pinna dorsale subito dietro la prima.  La linea laterale è visibile e ondulata.
La testa è a punta, con bocca ampia e
mascella superiore lievemente prominente. I denti sono compressi, robusti e posti in un'unica fila nelle mascelle. Presenti alcuni denti sui palatini. Le squame coprono tutto il corpo e sono piccole, tranne la parte anteriore del tronco dove sono grandi e formano un corsaletto. Ai lati del penduncolo caudale si trova una chiglia longitudinale accompagnata da due piccole creste convergenti verso la pinna caudale. Quest'ultima è ampia e forcuta.


Foto di Walter Preitano


Foto di Walter Preitano


Foto in www.mnhn.fr/iccanam


Foto di Walter Carrus

Il colore del corpo è azzurro oltremare sul dorso, nerastro alla base della dorsale e sulla testa. Sui fianchi è azzurro, che sfuma superiormente verso il verde, con linee sinuose longitudinali e oblique nere. Inferiormente e sul ventre, è bianco argenteo con riflessi metallici.
E' una specie pelagica, gregaria e migratoria. Si ciba di sarde, alici e altri animali pelagici. Si pesca con le palamitare e con reti di circuizione. Abbocca all'amo delle traine. Raggiunge gli 80 cm di lunghezza e i 10 kg di peso (mediamente 30-50 cm e 1-3 kg).
Si incontra in tutto il Mediterraneo
.

Nomi dialettali

IMPERIA

Paamia

GENOVA

Paamie

GAETA

Palammete

NAPOLI

Palammeto cuvarita

SALERNO

Palamito

VIBO VALENTIA

Palamido

TROPEA

Tunacchiu

NICOTERA

Tunnareiu

CROTONE

Palamitu

TARANTO

Palamitu

BARI

Palameit

SALENTO

Jarruba

MOLFETTA

Palametiedde

VENEZIA

Palamida

TRIESTE

Palamida

Sardegna

Palamida, Paramira

MESSINA

Palamita, Palamitu

Sicilia

Palamitu

 

 

 

 

Sommario Perciformi
PERCIFORMES