I Pesci dei Mari d'Italia
 

Classe: Actinopterygii

CERNIA
 ROSSA

Ord. PERCIFORMES

Fam. Serranidae / Epinephelinae

Gen. Mycteroperca

 


Foto di Walter Preitano

Cernia rossa - Foto di Graziella Basile

Mycteroperca rubra   (Bloch, 1793)
Differisce dalle altre cernie
per la presenza di undici raggi molli nella pinna anale, che è così più ampia.

Elaborata da "Atlante dei pesci delea coste italiane"Ha corpo slanciato, fusiforme, regolare e con profilo della testa quasi rettilineo. Il muso è acuto. L'opercolo ha tre spine e il bordo libero inferiore del pre-opercolo è seghettato. L'occhio non è molto grosso e l'area interorbitale è convessa.
La
bocca è grande, con la
mandibola molto prominente, la quale possiede due sole file di denti. Nella mascella le file di denti sono tre, di cui la più esterna è di maggior grandezza. In posizione frontale vi sono da due a quattro denti caniniformi più sviluppati.
La pinna dorsale ha la prima parte con 11 raggi spinosi di altezza quasi costante e 15-17 raggi molli  molto più alti; le due parti sono molto incise e la parte molle ha margine arrotondato. La pinna anale possiede 3 raggi spinosi robusti e 11 o 12 molli; posteriormente è arrotondata ed è più ampia rispetto a quella dei congeneri. La pinna caudale è concava e negli adulti ha i lobi appuntiti. Le pettorali (16-17 raggi) sono arrotondate e più ampie delle ventrali (1 raggio spinoso e 5 molli)

Link non più presente nel webE' uniformemente bruna rossastra, più o meno scura sul dorso e più chiara nella parte ventrale, con linee ondulate scure sui fianchi e macchie bianche, più o meno evidenti,  sparse  sul corpo. Sulla testa, dall'occhio verso il bordo dell'opercolo, vi è un fascio di linee ondulate più scure, che si riuniscono a quelle che corrono lungo il corpo (negli adulti sono indecise e non evidenti). Le più evidenti sono tre e si distinguono da quelle che si riscontrano in Epinephelus costae, sia per la posizione sia per la forma (sono più ampie, ondulate e intramezzate da altre più sottili).

Sulle coste italiane è piuttosto rara e vive su fondi rocciosi e sabbiosi al bordo delle praterie di posidonie (intorno ai 20 m) e si intana meno facilmente delle cernie comuni. Le uova sono galleggianti. Si nutre di Molluschi e pesci. Capita talvolta nelle reti dei motopescherecci e si prende con palangresi e lenze. Ha carni apprezzate, specie nei bacini meridionali. Raggiunge gli 80 cm.
Presente in tutto il Mediterraneo.


Foto di Roberto Pillon

Nomi dialettali

Sicilia

Tenca, Pisci tenca, Cirenga Scirenga mazzarotte

Genova

Scìaranna boccaccia , Sciaragno boccaccia

Sommario Perciformi
PERCIFORMES


©rossa3