I Pesci dei Mari d'Italia
 

Classe: Actinopterygii

MARLIN  BLU

Ord. PERCIFORMES

Fam. Istiophoridae

Gen. Makaira


Foto in www.stripersonline.com

Makaira nigricans    Lacèpede, 1802
Non è inserito nella checklist della SIBM
E' uno dei pesci più grandi e veloci.

Corpo abbastanza alto, con nuca che si alza rapidamente prima della pinna dorsale, formando anche una specie di gobba. E' coperto da squame fini, fitte ed embricate, ognuna con 1-2 spine dorsali lunghe e acuminate.
La mascella superiore si allunga in un
rostro molto lungo e forte a forma di lancia, con sezione arrotondata, che usa per stordire o trafiggere i pesci.
La prima pinna dorsale, con 45-50 raggi molli, ha il
lobo anteriore alto e aguzzo, ma non supera l'altezza del corpo; dopo il lobo decresce rapidamente e si mantiene pressoché costante fino alla seconda dorsale, in prossimità della quale si abbassa completamente
. La seconda dorsale ha 6-7 raggi molli ed è molto corta e con lobo appuntito. La prima pinna anale ha 19-23 raggi molli e il lobo anteriore aguzzo. La seconda anale (6-7 raggi molli) è opposta e simile alla seconda dorsale. Sul peduncolo caudale vi sono 2 chiglie orizzontali per lato. La pinna caudale è grande, possente e fortemente forcuta.  Le pinne pettorali, reclinabili lungo i fianchi, sono falciformi e più lunghe della parte post-orbitale della testa. Le pinne pelviche sono più corte delle pettorali.


Foto in www.fishingmaui.com

Colore del corpo risente dall'ambiente  di mare aperto ed è blu-nero nella parte superiore e bianco argenteo nella parte ventrale e nei fianchi, che possono essere anche con sfumature marroni; 15  strisce verticali di colore cobalto o azzurro pallido attraversano i fianchi. La prima pinna dorsale ha un colore di fondo blu e non ha macchie. Le altre pinne sono nerastre o marrone scuro, con riflessi blu in alcuni esemplari. La pinna anale ha la base bianco argentea.
E' una specie pelagico-oceanica e migratrice cosmopolita (più frequente nell'Atlantico e nel Pacifico), che frequenta solitaria o in piccoli gruppi la colonna d'acqua tra 0 e 200 m, preferibilmente sopra il termoclino. Si alimenta di pesci pelagici (specialmente tonni), octopodi e calamari. La maturità sessuale viene raggiunta a 80 cm per i maschi e a 50 cm per le femmine.
Raggiunge la lunghezza massima di 5 m (comunemente intorno ai 3 m) e il peso di oltre 800 kg per le femmine adulte, le quali sono più grandi dei maschi. E' una delle prede più ambite dai pescatori sportivi e la sua carne è considerata ottima.
In Italia è rarissima. In passato è stata segnalata a Gallipoli e al largo di Scilla.

 

Foto di José Manuel López Pinto in www.stripersonline.com
Foto in
louistchertoff.files.wordpress.com

 

Fonti:
Fishbase  FAO,  NAFO, MArine species, AA
Atlante dei pesci dei mari italiani - F. Costa - Mursia
animals.nationalgeographic.com  | www.fishingmaui.com

 

 

 

Nomi dialettali

confusa con l'aguglia imperiale

Sommario Perciformi
PERCIFORMES