I Pesci dei Mari d'Italia

Classe: Actinopterygii

GRUGNITORE  BASTARDO
PORCELLINO  BASTARDO

Ord. PERCIFORMES

Fam. Haemulidae

Gen. Pomadasys


Foto in
www.mapa.es

Pomadasys incisus   (Bowdich, 1825) 

Il corpo, ovaliforme e compresso lateralmente, ha un profilo dorsalmente più convesso di quello ventrale. E' coperto da squame ctenoidi abbastanza grandi, che sulla linea laterale sono 47-53. La testa, più o meno arcuata e pari all'altezza del corpo, è lunga circa un terzo della lunghezza totale.
L'occhio è circolare e grande.
Il margine posteriore dell'opercolo è leggermente concavo e abbastanza seghettato. Le narici sono ravvicinate tra loro. Sopra il mento vi sono 2 pori, a cui segue una incavatura corta e profonda.
La bocca, piccola e leggermente inclinata verso il basso, non raggiunge il margine anteriore dell'orbita.
Il muso è più piccolo dell'occhio. I denti, conici,  sono disposti in una serie acuminata; le serie esterne hanno denti più grandi, ma non caniniformi. Non vi sono denti palatini.
La pinna dorsale è unica ed ha 12 raggi spinosi robusti e 16 molli, separati da una profonda indentatura. La pinna anale, pari a un terzo della dorsale, ha 3 raggi spinosi (il primo molto corto, il secondo e il terzo quasi uguali) e 11-13 raggi molli. Le pinne pettorali, inserite alla stessa altezza delle pelviche, sono lunghe e falciformi. Le ventrali sono appuntite e con il primo raggio molto robusto. La caudale, con lobi appuntiti, è ampia  e parecchio incavata al centro.


Foto di  P. Guillaume  in www.flickr.com

Colore del corpo marrone chiaro (più scuro dorsalmente), ventralmente sfumato verso l'argenteo. A volte, lungo il corpo, possono esservi delle chiazze più o meno pigmentate.  Le pinne sono giallognole. Il margine posteriore dell'opercolo è macchiato di scuro. Una orlatura analoga, ma più ristretta, si trova nel margine inferiore dei primi raggi della pinna anale e nel margine superiore della parte spinosa della dorsale.
Specie che vive in gruppo su fondi rocciosi o sabbiosi,  tra i 10 e 100 m, ma che entra anche in ambienti salmastri. Si ciba di invertebrati bentonici. Si riproduce nei mesi estivi. Si pesca occasionalmente con reti da posta o da circuizione. La lunghezza massima è di 35(50) cm, più comunemente 25 cm. Endemica dell'Atlantico orientale, è penetrata nel Mediterraneo  meridionale attraverso lo Stretto di Gibilterra.
Segnalato nel basso Tirreno
.


Foto di  P.Guillaume in www.flickr.com

Foto di Maccanti in www.flickr.com

Fonti

  • Fishbase, Marine Species Identification, FAO, NAFO, Atlases.ibss.org, AA.VV.

  • Atlante dei pesci dei mari italiani - F. Costa - Mursia

  • Sex-ratio, reproduction and feeding habits of Pomadasys incisus (Haemulidae) in the Gulf of Tunis (Tunisia) - Rafika FEHRI-BEDOUI and Houcine GHARBI

  • Preliminary biological data on Pomadasys incisus (Osteichthyes: Haemulidae) in the Aegean Sea, Greece - K. KAPIRIS, E. KALLIAS and A. CONIDES

  • Caractéristiques de la reproduction et de la croissance pondérale relative de Pomadasys incisus (Haemulidae) du golfe de Tunis par Nadia CHAKROUN-MARZOUK & Mohamed-Hédi KTARI

  • Life history of Pomadasys incisus (Osteichthyes:Haemulidae) in the Canarian Archipelago - JOSE G. PAJUELO, JOSE M. LORENZO, MURIEL GREGOIRE and ROSA DOMINGUEZ-SEOANE

Nomi dialettali: non conosciuto

Sommario Perciformi
PERCIFORMES