I Pesci dei Mari d'Italia
 

Classe: Actinopterygii

GHIOZZETTO
TESTA  GROSSA
Ghiozzetto Rosso -
Ghiozzo nano di Miller

Ord. PERCIFORMES

Fam. Gobiidae  / Gobiinae

Gen. Lesueurigobius


Foto di Francesco Costa in
fishbase

Millerigobius macrocephalus    (Kolombatovic, 1891)

Ha corpo corto e alto, compresso lateralmente; i profili dorsali e ventrali della seconda metà del corpo sono più arcuati del Z. zebrus, a cui somiglia. Tranne l'area predorsale e la testa, il corpo è coperto da grandi squame ctenoidi (lungo la linea laterale sono 28-32) che danno un aspetto reticolato. La testa è piccola, con muso arrotondato, preopercolo gonfio e occhio ovale, che non sporge dal profilo della testa. Le narici anteriori, poste sopra il labbro superiore, sono tubulari, ma non tentacolati.
La bocca è obliqua, con labbra carnose earriva all'altezza di metà orbita; sulle mascelle vi sono serie di dentini ricurvi all'indietro.
La prima pinna dorsale e arrotondata ed ha 6 raggi spinosi, di cui il primo è più corto degli altri. La seconda dorsale (1 raggio spinoso e 10-11 molli) è contigua alla prima ed ha la stessa altezza per quasi tutta la lunghezza e ripiegata a volte arriva alla base della pinna caudale. L'anale (9-10 raggi molli preceduti da 1 raggio spinoso, che è molto più corto) è opposta alla seconda dorsale, ma è più corta e alquanto più bassa; i suoi raggi decrescono lentamente e non arrivano alla base della caudale. Quest'ultima è ben sviluppata ed arrotondata. Le pettorali (14-16 raggi, di cui quelli superiori sono più lunghi della membrana interradiale e 3 sono liberi ed appuntiti) sono a ventaglio e arrivano all'altezza della fine della prima dorsale; non hanno ciuffi filamentosi.
Le ventrali sono riunite in un disco anteriore completo e senza evidenti lobi laterali; non raggiungono l'apertura anale
Le vertebre sono 27-28

Il colore del corpo è brunastro con sfumature rossastre. Lungo i fianchi vi sono 9-11 (5-6) fasce verticali marrone scuro, più evidenti negli esemplari giovanili. Spesso è presente una fascia chiara a sella, che da dietro gli occhi arriva alla base delle pettorali. Le pinne sono marrone, alla base più rossastre. I maschi sono più scuri.
E' una specie bentonica che vive in zone riparate, su fondali molli o ciottolosi bassi (1-4 m) in mare o in acque salmastre delle lagune. Trova rifugio all'interno di cavità più o meno grandi e si ripara sotto le pietre; sembra che preferisca zone con
Caulerpa prolifera. La riproduzione avviene, probabilmente, nel mese di maggio. E' carnivoro e si alimenta di microfauna bentonica.
Segnalato nel nord Adriatico ed in alcune lagune del Tirreno (Orbetello, Tindari)

Foto di Herler  fishbase
Foto di F. Costa in fishbase

Fonti
| Fishbase | atlases.ibss.org.ua | www.species-identification.org | AAVV |
| Herler Jürgen & Patzner Robert: Microhabitats od cryptobenthic gobiid fish in submarine cave systems. Poster on ECI X, Tenth European Congress of Ichthyology, Prague, September 2001 |
| Francesco Costa - Atlante dei pesci dei mari italiani -  Mursia - 2007 |
 

Nomi dialettali: confuso con i congeneri

Sommario Perciformi
PERCIFORMES