I Pesci dei Mari d'Italia
 

Classe: Actinopterygii

GHIOZZO CAUCASICO
Ghiozzetto dobrugio-caspico

Ord. PERCIFORMES

Fam. Gobiidae / Gobiinae

Gen. Knipowitschia

Knipowitschia caucasica   (Berg, 1916)

 

Il corpo è fusiforme e più convesso ventralmente, con testa allungata ma non appiattita, pari o di poco superiore all'altezza del corpo. E' coperto di squame ctenoidi, più evidenti lungo i fianchi, il peduncolo caudale e la linea laterale, su cui sono 31-38. Le squame anteriori alla prima pinna dorsale sono di  dimensioni variabili; l'area tra la fine della prima dorsale e la 4-5 spina della seconda dorsale è senza squame; anche l'area sopra la testa, la base delle pinne pettorali, l'opercolo e l'addome sono nudi. Gli occhi sono laterali, sporgono dal profilo della testa, ma non sono rivolti verso l'alto; la distanza infraorbitale è pari o inferiore al diametro dell'occhio. Presenti canali anteriori oculo-scapolari, pre-opercolari; possono esserci anche canali oculo-scapolari posteriori.
La bocca è tagliata obliquamente e supera di poco l'altezza dell'occhio; ha labbra carnose e relativamente spesse.
La prima pinna dorsale, a forma di ventaglio, è alta ed  ha 5-7 raggi spinosi (normalmente 6). La seconda dorsale è nettamente distanziata dalla prima, ha 1 raggio spinoso e 7-10 molli ed è più alta nella parte centrale e termina molto prima del peduncolo caudale. La pinna anale è opposta alla seconda dorsale, ne segue la forma ed ha 1 raggio spinoso e 7-10 raggi molli.  Le pettorali, con 15-18 raggi, sono molto ampie, lunghe e arrotondate. La pinna caudale è lunga e arrotondata. Le pinne pelviche sono fuse in un disco leggermente appiattito, anteriore e arrotondato (idoneo per poggiarsi sul fondo o aderire alle rocce) e che raggiunge l'apertura anale.

 

 

Il colore del corpo, normalmente è grigio con sfumature giallastre, più scuro dorsalmente e sfumato ventralmente verso il biancastro o il giallastro. Il capo è più pigmentato, con due linee nere che collegano l'occhio alla punta del muso, formando una Y. Le pinne, tranne le anali e le ventrali che sono incolori, hanno una pigmentazione bruna. La prima dorsale ha numerosi punti scuri, una banda larga centrale e il margine posteriore con una macchia azzurro scuro, più evidente nelle femmine. La seconda dorsale ha 3-4 bande più pigmentate. Alla base della pinna caudale vi è una macchia scura rettangolare e alla base delle pettorali un punto scuro. Nei maschi in fase riproduttiva la livrea diviene marrone chiaro, con 4-5 fasce verticali,  nette e scure, sui fianchi. La femmina è di color sabbia con punti neri sparsi lungo tutto il corpo, con una macchia nera intensa sul mento; petto e area ventrale sono di colore giallo intenso.

Specie bentonica, che vive a bassa profondità (0-2 m) in acque salmastre delle lagune, lungo gli estuari e i laghi ipersalini. Preferisce fondi ghiaiosi o sabbiosi grossolani, parzialmente coperti da vegetazione. Le femmine, da fine aprile a  fine giugno, depongono fino a 3000 uova in acque molto basse (15-40 cm), sotto conchiglie morte e sassi o, a volte,  su radici e  steli di piante; il maschio sorveglia e protegge le uova fino alla schiusa. Larve e stadi post-larvali sono pelagici. Si nutre di zooplancton, crostacei bentonici, larve e insetti adulti. Raggiunge la lunghezza massima di 5 cm; mediamente è di 2-2,3 cm.
Segnalata nel Nord Adriatico


Foto di Marcelo KOVAPC  & Armin PALLAORO

 

Fonti
|  Fishbase  |  species-identification.org  |  atlases.ibss.org.ua  | FAo  |  NAFO  |
  AAVV  |

IS KNIPOWITSCHIA CAUCASICA-LIKE FORM FROM THE ADRIATIC SEA A NEW GOBY SPECIES? EVIDENCE FROM A MORPHOLOGICAL APPROACH IN THE EASTERN ADRIATIC SEA |

Nomi dialettali

Sommario Perciformi
PERCIFORMES