I Pesci dei Mari d'Italia
 

Classe: Actinopterygii

GHIOZZO
GENIPORO

Ord. PERCIFORMES

Fam. Gobiidae  / Gobiinae

Gen. Gobius


Foto di Stefano Guerrieri

Gobius geniporus   GEMLIN, 1788

Ha corpo slanciato, compresso verso la parte posteriore e ricoperto di squame di mediocre grandezza. La testa è allargata, grossa, con profilo superiore arrotondato dalla bocca agli occhi, poi quasi rettilineo fino alla codale.
Bocca mediocre che non raggiunge il margine anteriore degli occhi, che sono
ovali, abbastanza grandi e ravvicinati tra loro. Le labbra sono carnose e la mandibola è leggermente prominente. Su ambedue le mascelle esistono varie serie di denti fini, acuti e ricurvi all'indietro. Le narici sono molto visibili. Alcune delle serie dei genipori delle guance sono molto evidenti e visibili anche a occhio nudo.
La prima pinna dorsale è a forma di ventaglio, ha 6 raggi spinosi, che nei maschi
sono prolungati oltre la membrana interradiale. La seconda dorsale (1 raggio spinoso e 12-13 raggi molli) è alta quasi quanto la prima  ed è lunga.  L'anale è quasi simmetrica alla seconda dorsale, ma è meno alta e meno lunga. La caudale ha il margine posteriore arrotondato, le pettorali sono estese ed hanno 18 raggi. Le ventrali (più grandi nelle femmine che nei maschi), hanno una membrana molto ridotta.

Colorazione bruna marmorizzata, con una serie longitudinale di macchie seppia e bianche.
La prima dorsale è giallognola attraversata da fasce scure e la seconda è macchiata di bruno. Altre fasce scure verticali sono poco distinte sulla codale.
La pupilla è verde smeraldo brillante.
Vive, a profondità di 5-50 m (con preferenza per i fondali più bassi), solitario e fermo  su fondo di sabbia, o di pietrisco in vicinanza di piccoli scogli sommersi.  Sì lascia avvicinare facilmente. Si nutre di crostace e molluschi. Si cattura occasionalmente con sciabichelli, draghe, gangamelle e retini a mano. Mediamente è lunga 12 cm, ma alcuni esemplari possono raggiungere i 16 cm.
Conosciuta in tutte le coste, più frequente nello Stretto di Messina e coste orientali della Sardegna.


Foto in www.mnhn.fr/iccanam

Nomi dialettali: confusa per i congeneri

VENETO

Go' foresto.

TARANTO

Cuggiune minghiarule

MESSINA 

Mazzuni.

Sommario Perciformi
PERCIFORMES