I Pesci dei Mari d'Italia
 

Classe: Actinopterygii

GHIOZZETTO
del GIGLIO

Ord. PERCIFORMES

Fam. Gobiidae  / Gobiinae

Gen. Pomatoschistus

Foto di www.fishbase.us

Pomatoschistus knerii    (STEINDACHNER  1861)
La descrizione di questo gobide, fatta in passato, differisce in alcuni aspetti dalle osservazioni fatte recentemente, specie su animali vivi repertati fotograficamente. Aldilà delle discordanze cromatiche della livrea, si nota un numero diverso di raggi  delle pinne anale e  seconda dorsale. Le diversità, in questa scheda, sono evidenziate in blu.

Ha corpo allungato, ricoperto di piccole scaglie, tranne la zona nucale e un'area vicino le pettorali. Lungo la linea laterale vi sono 41-44 (38-46) scaglie. La testa è arrotondata con muso appuntito. L'occhio è laterale, grande e circolare; il suo diametro è circa un terzo della lunghezza della testa. Lo spazio interorbitale è abbastanza ampio.
La bocca è obliqua e in ambedue le mascelle vi sono numerosi denti forti e acuti, disposti in più serie.
La prima dorsale (6 raggi spinosi) ha i primi 5 raggi quasi della stessa altezza ed equidistanti tra loro; il sesto raggio è distaccato. La seconda dorsale, con 1 raggio spinoso e 9-11(14-15) raggi molli, inizia a breve distanza dalla prima ed è un poco più bassa. L'anale, con 1 raggio spinoso e 9-10 (15) molli, è opposta alla seconda dorsale, simile nella forma e leggermente più bassa.  La codale (18 raggi)  è troncata e ha il margine posteriore lievemente incavato al centro (come P. quagga). Pettorali (16-17 raggi) e ventrali (1 raggio spinoso e 5 molli bifidi) arrivano posteriormente allo stesso livello, senza arrivare all'altezza dell'apertura anale. Le vertebre sono 21.


Foto di Antonio Colacino (Identificazione dubbia)


Foto
Anne Frijsinger & Mat Vestjens ©  in www.natuurlijkmooi.net (Identificazione dubbia)

La colorazione del corpo è rosso arancio  con leggere punteggiature nere sul dorso e leggere strisce trasversali nere (a volte ridotta a puntini neri), che iniziano posteriormente alla base delle pettorali (corpo semitrasparente con diffuse punteggiature brune e bianche).
Nessuna striscia giunge alla zona ventrale. Alla base della caudale è evidente e costante la presenza di una macchia nera triangolare. La colorazione è più forte nei maschi, che a volte hanno delle strisce orizzontali brune (rosse e blu) sulle dorsali e una macchia nerastra alla base della prima dorsale (tra ultimo e penultimo spazio interradiale).
E' una specie costiera migratoria e gregaria, che in inverno o in primavera si concentra in determinate zone. Si cattura con le sciabiche e altre reti a strascico. Mediamente raggiunge la lunghezza di 35 mm.
Comune per l'Adriatico, citato per il golfo di Genova. Abbondante in certi periodi per l'isola del Giglio.


Foto di Antonio Colacino (Identificazione dubbia)

Le foto di Antonio Colacino e di Mat Vestjens  hanno una identificazione dubbia, perché probabilmente si riferiscono a stadi juvenili di Gobius cruentatus

Foto in  www.zoologie.sbg.ac.at

Nomi dialettali

GIGLIO 

Sgobbii

Sommario Perciformi
PERCIFORMES