I Pesci dei Mari d'Italia
 

Classe: Actinopterygii

REMORA  GRIGIA

Ord. PERCIFORMES

Fam. Echeneidae

Gen. Remora

Foto di Henk Heessen

Remora osteochir    (Cuvier, 1829)

Ha corpo snello e allungato, poco alto e con testa lunga e appiattita.
Il disco adesivo cefalico ha 17-20 file di lamelle ed è oltre il 36% della lunghezza del corpo, tanto da andare abbondantemente oltre l'apice   delle pettorali. Le spinule del disco sono acute e biforcute, specie sulla parte posteriore di  ogni lamella.
Gli occhi sono piccoli e la bocca ampia e aperta orizzontalmente.
La mandibola, su cui vi sono denti ricurvi, è leggermente prominente.
Altri
denti, uniformi e villiformi, sono situati sulle mascelle, sul vomere  e sui palatini.
Le basi della seconda dorsale (20-27 raggi molli) e dell'anale (20-26 raggi molli) sono opposte e non molto lunghe (pari a 2 volte la lunghezza della testa).



Foto di Devarapalli in in Fishbase

La pinna caudale, non molto grande, alla stadio giovanile è forcuta, ma con il tempo diventa dritta. Le pinne pettorali  sono di media grandezza e a forma trapezoidale, con apici arrotondati; i raggi (20-24) sono ossificati, rigidi e multiramificati. Le pinne ventrali sono appuntite, con un raggio spinoso e 5 molli. Le vertebre sono 27.



Foto di Michael Trevor in 
biogeodb.stri.si.edu

Il colore del corpo è uniforme marrone scuro o grigiastro, dorsalmente più scuro. Scure sono pure le pinne, tranne le punte dei raggi esterne della pinna caudale che sono chiare o grigiastre. Nei giovani le pinne pettorali, ventrali e caudale sono trasparenti o sbiadite.
Specie oceanica, subtropicale e cosmopolita, ormai comunemente presente nel Mediterraneo come commensale di marlin,  pesce vela, pesce spada e aguglia imperiale; ma capita, anche, che il suo rapporto mutualistico si realizzi con altri grandi pesci (mola, ancantocibio, lampuga, ecc). Aderendo al corpo o agli opercoli branchiali, a volte anche in piccoli gruppi di 2-3 individui, la remora ripulisce l'ospite dai crostacei che lo parassitano. In cambio usufruisce, oltre ad un rapido spostamento negli oceani, dei residui alimentari che l'ospite lascia a disposizione. Poco si sa del suo ciclo biologico. Riproduzione ovipara; le uova sono sferiche, grandi e pelagiche. Si cattura, se non l'abbandona in tempo, insieme all'ospite. Abbocca alle lenze se si trova libero.  Lunghezza massima 40 (30) cm.

Foto in  mexfish.com
Foto di P. Devarapalli  in   fishbase

Nomi dialettali: 

Sommario Perciformi
PERCIFORMES