I Pesci dei Mari d'Italia
 

Classe: Actinopterygii

LAMPUGA DORATA

Ord. PERCIFORMES

Fam. Coryphaenidae

Gen. Coryphaena


Foto di Randall in 
fishbase

Coryphaena equiselis   Linnaeus, 1758

Il corpo, allungato, fusiforme e compresso lateralmente, è coperto di piccole squame lisce (cicloidi); la sua altezza, negli adulti, entra 4 volte nella lunghezza totale. La linea laterale, curvata in modo non molto acuto sulle pettorali, è priva di squame spinose e dure. Nei maschi adulti il profilo della testa diventa quasi verticale a causa dello sviluppo di una cresta ossea, che però resta meno sviluppata di quella del congenere C. hippurus.
La bocca è grande, con numerosi piccoli denti disposti a fasce su entrambe le mascelle. Altri denti tappezzano la lingua, con una placca quadrata. Nel preopercolo vi sono spine più o meno larghe lungo il margine posteriore, mentre lateralmente le spine sono più piccole. Ha 23 vertebre (meno di C. hippurus)


Foto in  wikimedia

La pinna dorsale è unica è senza raggi spinosi ed ha 52-59 raggi molli (meno della specie congenere)i;  si origina alta sulla nuca, subito dopo l'occhio, e degrada lentamente verso il peduncolo codale, quasi fino a raggiungerlo. La pinna anale ha 24-28 raggi molli, è senza lobo evidente, è un po' convessa e si estende dall'apertura anale (circa a metà corpo) fino alla pinna caudale.
Le pinne pettorali, (23-29 raggi molli) sono posizionate all'altezza di metà testa,  sono corte, ma meno sviluppate di quelle di C. hippurus. La pinna caudale è profondamente forcuta. Dietro le pinne dorsale e anale non vi sono pinnule. Le pelviche si originano sotto le pettorali, sono corte e possono essere reclinate in una apposita scanalatura ventrale.


Foto in


Foto in

Il colore del corpo, dorsalmente, è verde-blu con riflessi metallici (con la morte si colora di grigio-verde), che schiarisce lungo i fianchi fino a diventare argenteo con riflessi dorati e  su cui spiccano diffuse e numerose macchie nere-blu. La pinna dorsale è scura. Le pinne pelviche non sono pigmentate, mentre la pinna caudale è scura (negli esemplari giovani la pinna caudale è marginata di bianco e possono esservi delle bande verticale scure sui fianchi).


Foto in

Specie pelagica oceanica tropicale e subtropicale, che vive in gruppi più  numerosi da giovani, tra 0 e 50 m di profondità. E' un predatore rapido e veloce. Spesso si raduna come il congenere sotto ammassi di sargassi e oggetti galleggianti e non è raro che gruppi numerosi stazionino a lungo sotto la barca dei pescatori. La riproduzione, probabilmente avviene tutto l'anno, anche se la maggior parte di esemplari giovanili sono stati rinvenuti in estate. Si alimenta di calamari e piccoli pesci, specie exocoetidae. Ha una vita media intorno ai 4 anni. E' oggetto di pesca sportiva a traino e dimostra di essere combattivo. Può essere catturato anche con reti di circuizione. Massima lunghezza 127 cm, comunemente 50. Le sue carni sono sode e di gusto gradevoli, anche se non sempre apprezzate localmente.
Può essere confuso col suo congenere, specie in giovane età
Di recente è penetrata nel Mediterraneo
 

Foto di Freitas in fishbase
Foto di Rangall
 
in www.discoverlife.org

 

Nomi dialettali 

Sommario Perciformi

PERCIFORMES