I Pesci dei Mari d'Italia
 

Classe: Actinopterygii

ZERRO  MUSILLO
Zerro

Ord. PERCIFORMES

Fam. Centracanthidae

Gen. Centracanthus


Foto di Walter Preitano

Centrocanthus cirrus   RAFINESQUE, 1810

Corpo quasi cilindrico, affusolato, ricoperto di squame piccole e la linea laterale, parallela al profilo dorsale, ne contiene pi¨ di 90.. L'occhio Ŕ molto grande e circolare.
Il muso Ŕ conico, la bocca, molto protrattile, ha la mandibola lievemente prominente. I denti sono minuti e disposti in strette fasce su ambedue le mascelle. Assenti i denti palatini e linguali. Le narici sono piccole e vicine tra loro.
La pinna dorsale ha una forte insenatura che divide la parte a raggi spinosi da quella a raggi molli. I raggi spinosi sono in numero superiore a quelli presenti nelle specie del genere Maena, mentre quelli molli sono in numero inferiore. L'anale Ŕ opposta alla parte molle della dorsale, le pettorali sono lunghe ed appuntite e le ventrali corte e inserite in corrispondenza delle pettorali.  La caudale Ŕ forcuta e  ampia.


Asineddu - Zerro musillo - Foto di Walter Preitano
Foto di Walter Preitano

Zerro musilloLa colorazione Ŕ bruno-chiaro nel dorso, pi¨ sfumato sui fianchi che degrada sull'argenteo del ventre.
Nel periodo riproduttivo diventa
rosa intenso sul dorso e sfumato sui fianchi.  La pinna dorsale ha i raggi rossastri e la membrana rosa, mentre caudale e pettorale sono rosa salmone. Anale e ventrali biancastre.
Manca sempre la macchia nera sui fianchi.
In Sicilia vive sulle coste rocciose, in vicinanza del fondo in branchi pi¨ o meno numerosi. Le uova sono galleggianti e pelagiche. Probabilmente si nutre di specie bentoniche e di pesci. Viene pescato con la rete a strascico ed arriva ad una dimensione di circa 20 cm.
Sulle coste italiane citato per il Mar Ligure, Sardegna, Napoli e Sicilia dove  Ŕ pi¨ comune.


Identificazione dubbia - Foto di Stefano Guerrieri

Nomi dialettali 

NAPOLI 

Musillo

CATANIA

Pisci d'umbra

MESSINA 

Asinedda

PALERMO

Cirru, Pal¨

Sommario Perciformi
PERCIFORMES