I Pesci dei Mari d'Italia
 

Classe: Actinopterygii

CARANGO
RONCO

Ord. PERCIFORMES

Fam. Carangidae

Gen. Caranx


Foto di Walter Preitano

Caranx ronchus   Geoffroy Saint Hilaire, 1809

Il corpo è ovale e fusiforme.
La testa è appuntita e la bocca, tagliata obliquamente, ha la mandibola poco prominente e con denti minuscoli. Gli occhi sono muniti di una palpebra adiposa che lascia libera, al centro, una fessura stretta. Il corpo è ricoperto di scaglie piccole cicloidi. La linea laterale possiede circa 50  scaglie e circa 30  scudetti nella parte rettilinea.
La prima pinna dorsale è subtriangolare, formata da raggi spinosi, di cui il più lungo è il terzo o il quarto. La seconda dorsale e l'anale sono lunghe, con alla base una guaina squamosa, ed hanno l'ultimo raggio allungato, distanziato dai precedenti e unito ad essi da una membrana più bassa. L'anale è preceduta da due corte spine robuste collegate da una breve membrana, ma separate dall'anale. La codale è molto forcuta. Le ventrali inserite poco dietro alle pettorali, che sono lunghe e falcate.

Foto di Joanna Franke
Foto di Joanna Franke


Foto di Jonna Franke

La colorazione del dorso, della testa e della parte superiore dei fianchi è grigio verdastra o grigio azzurrastra, con riflessi dorati più evidenti sulla metà inferiore dei fianchi, che è bianco argentea. Caratteristica è una macchia nera nei primi raggi della dorsale molle, che si estende sfumata su tutto il margine superiore della zona. Lungo i fianchi vi è una leggera fascia gialla ed una macchia nera è presente sul bordo dell'opercolo.
E' una specie
pelagica, che frequenta acque non superficiali, si
nutre prevalentemente di pesci, cefalopodi ed organismi animali planctonici. Viene catturato nelle reti di circuizione e in quelle a strascico. Abbocca agli ami dei palangresi. Le dimensioni massime sono intorno ai 30 cm
In Italia
non si spinge a nord delle coste della Sicilia.

 

Nomi dialettali: nessun nome, raro (meno in Sicilia)

Sommario Perciformi

PERCIFORMES