I Pesci dei Mari d'Italia
 

Classe: Actinopterygii

DRAGONCELLO
TURCHESE

Ord. PERCIFORMES

Fam. Callionymidae

Gen. Callionymus


Foto di Roberto Pillon

Callionymus pusillus   Linneo  1758

da Atlante dei pesci delle coste italiane - G. BiniHa corpo schiacciato dorso ventralmente e allargato nella sua parte anteriore, con pelle liscia, priva di squame.
Testa molto larga appiattita e lunga, terminante a punta arrotondata. Occhi di media grandezza, molto vicini tra loro. Le apofisi spinose dei preopercoli hanno tre spine rivolte in alto.
Bocca piccola protrattile con labbra carnose. Denti finissimi, acuti e volti all'indietro in ambedue le mascelle. Denti faringei piccolissimi, disposti in più serie.
Ha
due pinne dorsali, di cui la seconda molto sviluppata nel maschio, anale lunga e caudale lunghissima, coi due raggi centrali che si prolungano nei maschi.  Ventrali e pettorali ampie e sviluppate. Presente dimorfismo sessuale nella grandezza e nella forma delle pinne e nella colorazione.

La colorazione è a fondo grigio e nei maschi sono vistosamente presenti ocelli e strisce di colore turchese.  Le pinne dorsali sono giallo cromo con strisce ondulate turchese bordate di scuro, la caudale nella parte inferiore è nerastra.  L'anale e le pinne pari sono costellate di ocelli turchese su fondo giallo più o meno scuro.  La femmina ha colorazione meno vistosa e la sua prima dorsale è nera.
E' una specie  bentonica, che vive sui fondi sabbiosi a poca profondità,
spesso infossato nella sabbia.  La riproduzione avviene da giugno ad agosto. Le uova fecondate sono pelagiche. Si nutre come i congeneri. Si cattura occasionalmente con coppi e retini.
I maschi
arrivano a 14 cm,  le femmine a 10cm.
Nei mari italiani  è stato trovato in Liguria, Toscana, Campania, Sicilia, Lazio, Venezia Giulia,  Sardegna e Corsica. Ma probabilmente è più comune.

 

Foto di Roberto Pillon
Foto di Roberto Pillon


(f) Foto di Roberto Pillon


(f) Foto di Roberto Pillon

Nomi dialettali

Sicilia

Villisu, Cuccuma grossa

Sommario Perciformi
PERCIFORMES