I Pesci dei Mari d'Italia
 

Classe Actinopterygii

AGUGLIA  MAGGIORE

Ord. BELONIFORMES

Fam. Belonidae

Gen. Tylosurus

Elaborato da "Atlante dei pesci delle coste italiane" - G. Bini

Tylosurus acus acus   LACEPEDE, 1803
E' una sottospecie che si incontra dal Nord Atlantico al Brasile

Ha corpo molto snello, allungato a sezione quasi circolare e coperto di squame molto minute, che non si estendono sul capo. La linea laterale corre lungo il margine inferiore dei lati, ed arriva all''inizio della codale. Sul peduncolo codale sono presenti due brevi carene laterali. Il capo è munito di mascelle sottili, prolungate a forma di becco e l'inferiore è più lunga della superiore. I denti sono acuminati e abbastanza grossi e nella  mascella sono più grandi.
Le narici sono ampie e di forma triangolare.
L'unica dorsale inizia all'altezza dell'anale o subito dopo ed il primo raggio è molto più piccolo del secondo; gli altri raggi decrescono fino al settimo, poi diventano sempre più alti. L'anale ha un andamento simile. La codale ha il lobo inferiore più sviluppato. Le pettorali sono brevi. Le ventrali hanno il primo raggio più spesso come le pettorali.

Dorso azzurro scuro, fianchi e ventre argentei. La parte dorsale e quella ventrale è separata da una striscia più scura. L'iride è argentea, con ombre azzurre. La pinna dorsale è nerastra nella metà posteriore. Le pettorali grigiastre, anale e ventrali bianchicce, trasparente la codale, tinta dì nero alla base.
Specie pelagica, che in certi periodi si avvicina alla costa. Probabilmente la riproduzione avviene in mare aperto.
E' una specie  carnivora. Si cattura con reti di circuizione e con fiocina (con le feluche per la pesca del pescespada). Raggiunge una lunghezza massima di 135 cm.
Noto in Liguria, Golfo di Napoli, Palermo, Messina e Catania.

Nomi dialettali

CATANIA

Acucchia impiriali.

MESSINA

Augghia impiriali.

Vai sommario dei Beloniformi
BELONIFORMI