I Pesci dei Mari d'Italia
 

Classe Actinopterygii

Miro  leopardo

Ord. ANGUILLIFORMES

Fam. Ophichthidae  / Ophichthinae

Gen. Pisodonophis


Foto di M. Bilecenoglu in
www.medit-mar-sc.net

Pisodonophis semicinctus   Richardson, 1848
E' una specie atlantica che si è introdotta nel mediterraneo.

Il corpo è allungato e anguilliforme, quasi cilindrico per buona parte.
La testa è conica, con la regione orbitale convessa, il muso leggermente prominente e labbra sviluppate.
La narice anteriore è tubiforme, rivolta verso il basso e in prossimità della punta del muso; la posteriore è posta, al disotto degli occhi e appena sopra il labro superiore, in una apertura coperta da un lembo ed è invisibile a bocca chiusa.
I denti, in più serie su mascelle e su vomere, sono molariformi e con le punte leggermente smussate. Le aperture branchiali sono piccole, laterali e semilunari.
Pinne dorsale e anale ben sviluppate e possono essere ripiegate in un apposito solco. La dorsale inizia prima delle aperture branchiali e arriva alla zona caudale, dove il corpo diventa nudo e indurito. Le pinne pettorali, con 10-11 raggi, sono sviluppate ma brevi. La pinna caudale è assente. La linea laterale ha 53-59 pori preanali e 10-12 pre-pettorali; assenti i pori nella zona sovra-temporale.

Colore di fondo giallo, più chiaro ventralmente, con 15-18 macchie scure a sella sul dorso, che scendono lateralmente per oltre la metà dell'altezza del corpo.
La prima macchia si trova sulla testa e la seconda subito dopo la pinna pettorale. Macchie rotonde di varie dimensioni si trovano sulla testa
.
Le pinne pettorali sono giallastre. Frequenta fondali sabbiosi o fangosi, intorno i 10-30 m. Si alimenta di piccoli crostacei e molluschi e altri invertebrati bentonici
.
Nulla si sa sulla riproduzione, uova e larve leptocefaliche. Raggiunge gli 80 cm di lunghezza, normalmente 60 cm.
Specie nord-atlantica orientale dal Marocco in Angola, con presenza sporadica nel Mediterraneo.

La prima segnalazione si è avuta nel 1991, con un esemplare di 80 cm pescato in vicinanza di Capo Bon in Tunisia. Altre segnalazioni si sono avute per il Canale di Sicilia e per il Mediterraneo.
Prima segnalazione in acque italiane nel 1999 (Insacco G. e Zava B., 1999, Atti Soc.. Italiana di Scienze Naturali del Museo Civico di Storia Naturale di Milano, 140: 283-286)
Il nome comune di Miro leopardo è stato indicato in
Patrick lousy (Guida all'identificazione dei Pesci marini d'Europa e del Mediterraneo - Il Castello 2006
 

Fonti
species-identification.org www.ciesm.org journals.cambridge.org
www.medit-mar-sc.net

 

Nomi dialettali

 - senza frame
Anguilliformi