Pesci dei Mari d'ItaliaMorfologia dei Pesci     

Colorazione
Pesci costieri

Nei pesci costieri si hanno notevoli variazioni di livrea, che spesso sfuggono a qualsiasi tentativo di classificazione generalizzata legata all'ambiente.
Si può individuare una direttrice, però, nel legare la colorazione alle abitudini e al comportamento delle specie.
Così, i pesci che conducono una vita su più livelli batimetrici hanno una colorazione argentea, più scura sul dorso e biancastra sul ventre, che tende a virare verso il roseo o il rosso per le specie che si spingono di più verso il fondo (orate, spigole, dentici).

I pesci che vivono nelle grotte o nei primi strati oscuri del fondo, fin verso i 500 metri, hanno una prevalenza di rossi (re di triglie, castagnola rossa, scorfano rosso, pesci capone, cepola, ecc), Questa colorazione non è percepibile al buio o in profondità, ma proprio per questo motivo non è chiara la motivazione di queste tinte.

I pesci delle scogliere algose e delle praterie di posidonie hanno colorazioni con predominanza di verdi.

Il massimo dei colori si ha nelle specie delle barriere coralline.