Anatomia del Corpo
Anatomia dei pesci cartilaginei - Aspetto Rajformi

Pesci Cartilaginei

Aspetto esterno
RAJFORMI


Maggiori particolari (800x530)

Le razze e le torpedini, entrambe elasmobranchii, hanno un corpo appiattito, con grandi pinne pettorali attaccate al tronco e al capo.
Il loro profilo è
romboidale o circolare, adatto alla vita bentonica.
Nel corpo si possono distinguere tre zone:

  • la Cefalica, che va dal rostro alle fessure branchiali,

  • la Addominale, che va dalla cintura pettorale al ventre, e

  • la Caudale, che va dall'ano e dall'area uro-genitale alla coda.

Le 5 fessure branchiali sono situate sul lato ventrale e non sono coperte da opercoli. Nelle specie che passano la loro vita quasi sempre a contatto con il fondo, la respirazione è aiutata dalla presenza sul lato dorsale di due spiracoli, dotati di valve cutanee, che sono posti dietro gli occhi in collegamento con la cavità bucco-faringea e che convogliano l'acqua verso le camere branchiali, ciascuna costituita da un setto branchiale scheletrico e da due lamine branchiali aderenti al setto stesso dalla parte del capo e della coda.
Il
muso, che si può considerare come estensione del rostro, ha un consistenza che può essere in vario grado molle o rigida. A livello del rostro vi sono le aperture delle Ampolle del Lorenzini, che sono capaci di percepire campi elettrici anche deboli.
La
bocca si trova sul lato ventrale ed è dotata di denti posti su più file sui bordi delle mascelle. La prima di queste file è quella funzionante, mentre le altre file serve da rimpiazzo alla prima quando sarà consumata. I denti sono generalmente piatti e adiacenti come le tessere di un mosaico
Le
narici hanno funzione prettamente olfattoria e non comunicano direttamente con la cavità orale, ma grazie a dei solchi labiali l'acqua può essere convogliata dalla bocca verso di esse.

Gli
occhi sono posti sul dorso del capo e sono dotati di una palpebra inferiore. In alcune specie è presente pure una membrana nittitante

La regione addominale serve da innesto per paia di pinne pettorali e pelviche e contiene le visceri. Le pinne pettorali sono larghe con apici arrotondati o a punta e praticamente fanno corpo unico, lateralmente, con il capo e il corpo e possano essere propulsive, specie nei Batoidei. Le pinne pelviche hanno due lobi più o meno separati e si innestano dietro l'orificio cloacale. Nei maschi il margine mediale delle pinne si trasforma in organi copulatori (pterigopodi).

Nel tronco, sulla linea mediale del dorso, si trovano la prima dorsale, la seconda dorsale e sulla stessa linea la caudale. La pinna anale non è mai presente.

Nella zona codale si trova una coda più o meno sviluppata, spesso dotata di aculei veleniferi, pericolosi anche per l'uomo, con funzioni protettive. La pinna caudale può essere costituita da una piega cutanea  posta dietro la seconda pinna dorsale.

La superficie del corpo è ricoperta da denticoli cutanei (dentina prodotta da odontoblasti del derma, ricoperta da smalto generato dal derma germinativo), con punta inclinata verso la coda, sia sul dorso sia sul ventre, che conferisce l'aspetto di pelle zigrinata, specie per le femmine.

Le spine (disposte in file o sparse) possono essere presenti nelle zone orbitali, dietro gli spiarcoli (spine scapolari) dietro il capo (spine nucali), lungo la linea mediale del dorso (spine mediodorsali), lungo la linea dorsale della coda o ai lati della stessa.
I maschi adulti hanno delle
spine erettili nei pressi della zona esterna delle pettorali (spine alari) dei lati esterni degli occhi e degli spiracoli (spine malari)

Le torpedini usano, grazie ad organi particolari, rilasciare scosse elettriche intense sulle loro prede.