Cola PesceColapisci: l'uomo che diventa pesce per necessità o per scelta

Ladra

 

Stretto di Messina - Reggio

 

Vengo da te, di notte
come una ladra dal passo felpato,
vengo alle tue vigne di nuvole e rondini..
Passo da  te di notte
nel dormiveglia della città.
Aggrappata all’areopago della luna di aprile.
Quella sempre gravida di luce e follia
Quella pagnotta di luce e sogni

Vengo da te di giorno
Quando le meridiane sonnecchiano
d’intonaco e rose.
Vengo da te. Furtiva!
A spigolare acini di uvaspina, a rubarti…
racemi d’anima…

Avrò meno fame e paura, domani
per affrontare il martirio delle ore.


 

Hekate
am

Sommario Racconti

www.colapisci.it