Cola PesceColapisci: l'uomo che diventa pesce per necessità o per sceltaColapesce e l'Araba Fenice

Sarai ancora mio

 

 

So che un giorno ti verrò incontro
vestita di sole,
lungo sonnambule strade
ed io ti griderò nuovamente
il mio amore, come una volta.
 

Avrai le mani
colme di mare
e mi darai da bere succo di stelle.
 

Avremo ali d’ippogrifo
a solcare cieli nuovi
quelli che ci furono negati nei giorni del delirio.
 

Avrai nuovi alfabeti per me
coniugherai verbi mai vergati
nei libri di poesie…
tu mi sarai cielo illuminato dalla faccia complice della luna
quella che copre gli amanti
con sguardi comprensivi.
 

Avrai una voce nuova,
quella che sfoderi nelle ore dell’amore più intenso,
quando ti senti libero, come gabbiano al vento
e volerai lontano
verso le sponde di una terra promessa
invaghita dei tuoi occhi
silenziosi e muti
come un libro ancora da leggere.
 

E mi sarai fiore/stella
da appuntarmi sul risvolto della vita.
E sarai nuovamente mio, mio, mio.

 
 

Fenice
am

 

Sommario Racconti

www.colapisci.it