www.colapisci.itL'uomo che diventa pesce per necessitÓ o per sceltaRaccontano Colapesce: Cola e Aphrodite
 

Amore, dolce inganno

Se mi ami,
almeno un po'
deponi il peso del sapere,
la zavorra del vivere,
tramutati per un istante
in lucciola della sera,
in zucchero nella tazza del mattino
sarai profeta ed io la profezia,
sarai poeta ed io la poesia,
sarai l'arciere,
io la freccia che oserÓ
raggiungere castelli d'azzurro,
se mi ami,
deponi le tue armi
e fammi tua prigioniera.

Se mi ami
tienimi nel palmo della tua mano,
portami vicino al tuo cuore
udrai il mio che ti sussurra "ti amo"
se mi ami, se mi ami
dimmelo piano,
ch'io non oda che il suono
di quella formula strana,
che mi stordisce, m'inebria,
mi fa sentire pi¨ umana.

Se mi ami gridalo forte,
fallo sentire all'universo intero
gridalo dai balconi addormentati
dalle finestre gravide di gerani,
dalle porte socchiuse,
dai ponti e dai cortili,

se mi ami, prendimi piano,
non farmi del male,
annoda liane di dolci poesie
dirada le nebbie d'indubbie follie
se mi ami,
deponi nel palmo della mia mano
il dolce inganno del tuo "ti amo".


Aphrodite

am

Sommario Racconti

www.colapisci.it