www.colapisci.itL'uomo che diventa pesce per necessitÓ o per sceltaAltri Amici di Cola: Paolo, il folletto

Mar  e luna

Cordenons

Il naufragio
del pescatore che entro me vive,
s'Ŕ abbattuto in questo finir d'un infinito dý.
Un dý
che dura dall'istante in cui
stesi i miei remi nell'inquieto tuo mar
e s'aprý il boccaporto dei miei pensieri
in pozzi di piaceri che i tuoi occhi illuminavano.

Un dý
dal sapor forte di trasparenza
che con il pallidume mio esser combatteva.
Buttai fior di sentimenti
in quel cupo svolazzar del mare.
Ed ora,
che d'un niente d'una rete di fil spinato ho ripescato,
contemplo il mio grido in te assopito.

 

Paolo Facchin

Saliceto di Gioiosa Marea

www.colapisci.it